Non baciarmi… Sono a dieta di Vivian Edwards | Recensione

Titolo: Non baciarmi… Sono a dieta

Anno: 2020

Casa Editrice: Self Publishing

Genere: Rosa

Target consigliato: 16+

Lunghezza: 214p.

Punto di vista: Terza persona.

Valutazione: 4/5

 

“Sapevo che quella ricotta mi avrebbe cambiato la vita.”

 

Cosa ci fa un cannolo siciliano in una storia d’amore? Beh, fa scoccare la scintilla!  Torna la penna di Vivian Edwards, autrice di Ti amo solo di notte, che abbiamo già avuto il piacere di recensire, che questa volta ci presenta la storia di Kate e Nathan.

TRAMA

Può un succulento cannolo siciliano far scoppiare l’amore?
Sicuramente Kate Smith, troppo impegnata a controllare i suoi centimetri di troppo, non crede che un uomo possa provare interesse per lei.

E quando all’interno della sua pasticceria preferita incontra i magnetici occhi azzurri di Nathan Parker, ce la metterà tutta per risultare più antipatica di quanto in realtà sia.

Un imbarazzante quanto provocante inconveniente con la ricotta farà intuire a Nathan che Kate potrebbe essere la donna della sua vita, ma come riuscire a conquistare una persona così insicura e chiusa in se stessa?

Una nonnina tutto pepe, un migliore amico decisamente sopra le righe e un sito sull’obesità saranno i grandi alleati di Nathan per far capitolare la sua “ciambellina” e farle capire che, la ciccia che vede come un ostacolo, è in realtà ciò che lui adora di lei e che, l’amore da film che sogna dall’adolescenza, è proprio a portata di mano.

 

RECENSIONE

Kate Smith, una “ciambellina” tutto pepe e Nathan Parker, un giornalista dagli occhi magnetici. Cos’avranno in comune questi due?

Per Kate l’amore con la A maiuscola è una mera illusione, qualcosa che sogna ma in cui non spera perché, già lo sa, in qualche modo non si sentirà comunque adatta. Il suo più grande ostacolo è il suo fisico, quella piccola grande barriera che si frappone tra lei e il mondo esterno, che le fa percepire ogni complimento un inganno, ogni critica una verità.

Nathan sente il peso dei suoi anni come se fosse un macigno, eppure dovrebbe solo viverli con la leggerezza di un uomo che sogna. La vita con lui è stata crudele, gli ha tolto tutto: una moglie, un lavoro stabile che lo aveva reso celebre, un’esistenza perfetta. Nathan avrebbe tutti i motivi del mondo per tirarsi indietro e lasciar perdere, ma non può nulla contro gli occhi di Kate, che lo hanno stregato sin dal primo momento.

Insomma, una storia intensa, un sogno intriso di realtà: questo è quello che ci regala Vivian Edwards.

I suoi personaggi di dissociano da quelli che generalmente ci vengono presentati: Nathan è un uomo buono, talmente buono che quando il gioco si fa duro, quando il lavoro si mischia con la vita privata, non ha dubbi su cosa scegliere: il suo Amore va al primo posto.

Kate è una donna forte, indipendente e di successo. Nasconde le sue debolezze dentro un concentrato di zuccheri e negli abbracci di nonna Rose e Gabriel, il suo miglior amico. Chi è che non cade, qualche volta? L’importante è rialzarsi e, fortunatamente, Kate ci riesce sempre.

Il tema trattato è molto forte e sentito, specialmente nella società di oggi. Il messaggio è chiaro, seppur nascosto sotto l’inestricabile trama dell’amore: la nostra forma fisica non definisce la nostra persona, è solo la nostra corazza. Qualcosa che modelliamo e che mostriamo agli sconosciuti, chi ci conosce realmente alberga dentro di noi.

 

Un abbraccio a tutte le e i Kate che ci leggono, vi auguro di trovare il vostro Nathan, il vostro Gabriel e, perché no, la vostra nonna Rose.

Giada

Se il libro vi è piaciuto come è piaciuto a me, lasciatemi un commento!

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.