Leonardo DiCaprio a Roma!

Appena ho saputo di Leonardo DiCaprio a Roma, ho bidonato tutti gli impegni che avevo e con due amiche sono stata presente al red carpet per la premiere italiana del film di The Revenant!
Ma cerchiamo di andare con calma, e di capire cosa mi ha spinto ad aspettare per ore e ore al freddo l’arrivo di questo celebre attore.


“Leonardo Wilhelm DiCaprio (Los Angeles, 11 novembre 1974) è un attore e produttore cinematografico statunitense. Uno dei suoi film di maggior successo è Titanic (1997) etc…”Questo lo sappiamo già tutti quanti, anzi lo sapevo io anche quando avevo 4 anni, perchè ammettiamolo, tutti (tranne chi vive in un altro mondo) conoscono Leonardo DiCaprio. Da quando ho memoria ne ho sentito parlare, ma nonostante avessi visto il film Titanic, fino al 2013, non mi ero interessata a lui come avrei dovuto. Quando però ho visto la sua interpretazione per il film “Il grande Gatsby” seguita da “The Wolf of Wall Street” sempre nello stesso anno, io non ci ho capito più niente, sono andata in brodo di giuggiole e mi sono vista in una settimana quasi tutta la sua filmografia. Ho iniziato a seguirlo sui social e ho scoperto un sacco di cose interessanti su di lui, nonostante sia un tipo riservato, come il fatto che partecipa attivamente a campagne per sostenere l’ambiente.
Di DiCaprio ammiro l’impegno che mette nel suo lavoro e il talento con cui spazia tra una commedia e un thriller con invidiante facilità.


Chiusa una sintetica parentesi del perchè a quasi 18 anni sono disposta a congelarmi come Jack di Titanic pur di vedere Leonardo DiCaprio, procedo con quello che è successo il 15 Gennaio alla casa del Cinema di Roma.
Essendo già stata varie volte in fila per il red carpet, penso che una delle cose più stupide che abbiano potuto fare sia stato organizzare un evento con accanto il nome “DiCaprio” in mezzo a Villa Borghese. C’era gente che si era appostata dal giorno prima e già verso le quattro di pomeriggio tutto il mini red carpet era stato accerchiato da almeno 4 file di persone. Per contenere la folla sono arrivati anche i carabinieri in supporto ai colleghi della polizia e gli operatori della sicurezza.
Io ero in prima fila, purtroppo non al centro del tappeto rosso, ma almeno sono riuscita a vederlo bene, soprattutto quando è entrato nell’edificio. Con me avevo il ritratto disegnato in precedenza per l’evento, sapevo benissimo che avevo lo 0,01% di possibilità di essere notata, ma fare disegni è una specie di tradizione, quindi me ne sono stata buona col sorriso sulle labbra ad aspettare.

Foto scattata dal giornale Repubblica. Si, avete visto bene, quello è il mio disegno e dietro ci sono io!!

Lui, atteso per le otto, si è presentato oltre le nove. Il suo arrivo ha scatenato le urla della folla che a ondate si spostava lungo le transenne per seguire il suo percorso. Fortunatamente io sono riuscita a godermi il momento e ho preferito non fare foto e video per non rovinare tutto.
Il giorno dopo senza darmi per vinta, sempre con le mie due amiche sono andata sotto l’hotel in cui si stava tenendo la conferenza stampa. Anche questa volta ho aspettato al freddo per qualche ora, ma sono riuscita a vederlo per qualche secondo mentre usciva per andare all’aeroporto!
Durante l’attesa io e le mie amiche siamo state intervistate da Adesso Cinema (Mediaset – Iris) per un servizio su Leonardo; è stato davvero divertente anche se rivedermi in televisione è stato abbastanza imbarazzante…Se proprio ci tenete, questo è il link per rivedere la puntata, io compaio a 8.23 minuti. (Vi prego di non fare caso alla mia faccia)

Che dire? Sicuramente questo si aggiunge agli episodi da raccontare ai miei figli e nipoti quando mi chiederanno cosa facevo alla loro età.

Qui Sara Scrive, passo e chiudo!

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su
Avatar
About Sara 379 Articles
Sara. Roma. 7 sorelle. Fangirl a tempo pieno. La leggenda narra che io sappia disegnare oltre che essere pazza per i Jonas Brothers.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.