Una domenica con il commissario Ricciardi | Recensione

Recensione Una domenica con il commissario Ricciardi

Titolo: Una domenica con il commissario Ricciardi
Anno: 2015
Casa editrice: Skira
Genere: narrativa gialla 
Target consigliato: dai 17-18 anni in su
Lunghezza: 176 pagine
Punto di vista: esterno
Valutazione: ★★★★★ 

Maurizio de Giovanni 

Maurizio de Giovanni, autore di Una domenica con il commissario Ricciardi
Maurizio de Giovanni – GettyImages

Maurizio de Giovanni (Napoli, 1958) è uno scrittore italiano noto per aver creato il commissario Ricciardi; è autore anche del ciclo de I bastardi di Pizzofalcone, della serie con protagonista Mina Settembre e di quella con protagonista Sara Morozzi. De Giovanni è anche autore di altri libri scritti a più mani. 

Trama 

“La sera precedente Ricciardi aveva avuto la sorpresa di ritrovarsi di fronte, all’uscita della questura, nientemeno che Bruno Modo, lo scanzonato dottore che alla cura dei tantissimi malati che confluivano ogni giorno all’ospedale dei Pellegrini, nel vicino quartiere della Pignasecca, affiancava la competenza del miglior medico legale della città. Se lo ritrovò appoggiato al muro che fumava, il cappello all’indietro, il colletto sbottonato dietro il nodo allentato della cravatta. Al suo fianco, come sempre a poco più di un metro, senza corda né guinzaglio, il cane pezzato che da circa un anno gli faceva compagnia. La sera era dolce e l’aria serena; settembre era avanzato, ma sembrava non aver la minima intenzione di mollare il ricordo della rovente estate che l’aveva preceduto…” All’indomani di Anime di vetro, in una domenica di settembre del 1932, il talento narrativo di Maurizio de Giovanni “fotografa” il commissario Ricciardi e gli altri personaggi della serie, e intrecciando le loro voci, i loro ricordi e i loro sogni guida il lettore attraverso una Napoli resa ancora più viva e reale dalle immagini d’epoca che accompagnano i suoi racconti. 

Commento 

Ho letto questo libro dopo aver salutato il carissimo Luigi Alfredo Ricciardi e tutti gli altri personaggi di de Giovanni. Ho preso in mano Una domenica con il commissario Ricciardi circa un mese dopo aver finito di leggere Il pianto dell’alba ed è stato come ritrovare delle persone di famiglia. De Giovanni mi ha fatto apprezzare incredibilmente Ricciardi -come potete leggere qui nella mia recensione a tutti i libri della serie- e lasciarlo era stato doloroso; ritrovarlo qui, seppur in forma più ridotta e corredata da moltissime immagini davvero belle, è stato confortante.  

Una domenica con il commissario Ricciardi porta con sé lo stile di scrittura di de Giovanni cui si aggiungono le immagini d’epoca che aiutano anche il lettore più distratto a contestualizzare i brevi racconti che si succedono. Questo è un libro che davvero tutti possono leggere perché non ci sono delle indagini “canoniche” ma sono più che altro presenti delle storie che attingono profondamente dai personaggi ma anche da tutto l’ambiente circostante. Anche nei romanzi di de Giovanni della serie su Ricciardi, la Napoli degli anni ‘30 è incredibilmente presente ma qui, complici le fotografie d’epoca, ha un risalto maggiore. La mia intenzione, una volta aperto il libro, era quella di leggere una storia al giorno in modo da far durare la sensazione il più a lungo possibile, il risultato è stato che il giorno successivo l’avevo già finito e lo tornavo a sfogliare leggendo qualche parola qui e là e gustandomi nuovamente le fotografie e le descrizioni di una Napoli che mai ho visto. 

Conclusione 

Il mio giudizio in merito a Una domenica con il commissario Ricciardi è assolutamente positivo -come lo è stato per praticamente tutti i libri della serie- e quindi consiglio caldamente a tutti di leggerlo. Se volete iniziare ad entrare nel mondo di Ricciardi in punta di piedi potete anche partire da questo libro ma state attenti perché, inevitabilmente, qui sono contenuti degli sviluppi della storia che nella serie verranno proposti man mano. Quindi, a vostro rischio e pericolo, se avete piacere iniziate da qui… in ogni caso non vi pentirete di essere entrati nel mondo di Ricciardi. 

E voi cosa ne pensate? L’avete letto? Fatemelo sapere nei commenti! 

Ilaria 

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su
Ilaria
About Ilaria 162 Articles
Sono una studentessa universitaria appassionata di teatro e di recitazione in generale ma anche di tennis.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.