Festival del Doppiaggio 2019 – Intervista a Roberto Chevalier

Ciao a tutti ragazzi! Sono felice di potervi raccontare della fantastica serata dell’8 Giugno 2019, al Festival del Doppiaggio “Le voci del Cinema”, organizzato, come tutti gli anni, da Davide Pigliacelli. L’evento si è svolto presso I’SGM Conference Center di Roma e oltre alla consegna dei premi, sul palco si sono esibiti bravissimi artisti (Alex Polidori con “Paranoico” e Manuel Meli e Federica Bensi con “Il mondo è mio” di Aladdin)! Quando appena ci hanno fatto accomodare, la sala si è subito riempita di ammiratori, proprio perchè sono ormai tanti anni che il festival riunisce doppiatori e pubblico e ha acquisito sempre maggior rilevanza.

Come ogni anno, i presentatori sono stati Davide Pigliacelli e il doppiatore Gianluca Crisafi, che insieme formano una coppia ben assortita e soprattutto molto simpatica. Sono stati davvero bravi e hanno reso tutta la presentazione e consegna dei premi divertente e scorrevole.

Lista Premi e Vincitori

Premio miglior voce femminile di un film per “Il verdetto”: Emanuela Rossi
Premio miglior voce di un film d’animazione per “Coco”: Emiliano Coltorti
Premio femminile alla carriera: Maria Pia Di Meo
Premio Sergio Fiorentini: Gil Baroni 
Premio Gerardo Di Cola: Paila Pavese e Gigi Proietti
Premio miglior voce femminile di una serie animata: Chiara Gioncardi per “Boyach Horseman” 
Premio maschile per la miglior direzione: Alessio Bianchi per “The good doctor”
Premio Gianfranco Bellini: Dario Penne
Premio miglior voce femminile di una serie TV: Cinzia De Carolis per “I Medici”
Premio femminile per la miglior direzione: Laura Boccanera per “Lady Bird”
Premio miglior voce femminile di un film d’animazione: Gaia Bolognesi
Premio miglior voce maschile di un film: Alex Polidori per “Chiamami col tuo nome” 
Premio voce emergente: Davide Capone 
Premio Claudio Capone: Francesco Bulkaen 
Premio miglior voce maschile di una serie TV: Federico Campaiola per “Animal Kingdom” 
Premio miglior voce maschile di una serie animata: Fabrizio Vidale
Premio maschile alla carriera: Roberto Chevalier
Riconoscimenti a: Giuliano Mazzitelli del Comix Park di Tivoli e lo youtuber studente di doppiaggio Andrea Marino/Ravetube.

Premio alla carriera maschile: Roberto Chevalier

…Ed io per tutto il tempo sono stata seduta vicino proprio a Roberto Chevalier. Non potete capire l’emozione! Alla fine della serata gli ho dovuto subito fare i complimenti e lui è stato cosi gentile da concedermi un’intervista da pubblicare qui sul blog.

Roberto Chevalier è un attore, doppiatore, direttore del doppiaggio e dialoghista italiano. Già da bambino lavorava sia per la televisione che per il cinema, prestando la voce a Lucky ne “La carica dei 101”  e interpretando il giovane David Copperfield nell’omonimo sceneggiato televisivo della Rai.

Ha doppiato molti attori internazionali, tra cui Tom Cruise, Tom Hanks, Andy García, Dennis Quaid, John Travolta, Kurt Russell e molti altri.

Nel luglio 2006 ha vinto il premio Leggio d’oro per la miglior interpretazione maschile dell’anno per il doppiaggio di Tom Hanks ne Il codice Da Vinci.

Quindi sì, Roberto Chevalier può essere considerato uno dei doppiatori più importanti che ci siano; ed oltre ad essere bravissimo è anche una persona alla mano e super gentile. Mi ritengo molto fortunata ad aver avuto l’occasione di avergli potuto fare qualche domanda!

Intervista a Roberto Chevalier

Secondo lei qual è l’impatto che ha il doppiaggio al giorno d’oggi?
Secondo me è sempre una cosa qualificante dell’opera quando viene fatta come si deve, quando ce lo lasciano fare come si deve,
perchè quando vogliono fare le cose di fretta, pagarle male e ottenere il massimo risultato, le intonazioni non si avvitano, quindi ci vuole il suo tempo per fare il lavoro fatto bene.

Lei ha doppiato assiduamente due Tom: Tom hanks e Tom cruise. Per questo volevo chiederle quali sono stati i suoi progetti preferiti con questi due attori.
Per Tom Cruise senz’altro Magnolia, poi sto aspettando Top Gun 2, e per Tom Hanks direi “Il miglio verde”

Secondo lei quali sono le due differenze molto forti anche a livello di interpretazione fra i due attori?
All’inizio ti avrei detto che Tom Hanks era più cerebrale, poi Tom Cruise ha fatto un sacco di film dove ha dimostrato che il cervello ce l’ha, vedi appunto Magnolia. Tom Hanks ha continuato, adesso ha preso un po una linea discendente su alcuni film che non sono un granche, ma è risalito con la trilogia di angeli e demoni, il codice da vinci, ect… e poi ha fatto altri bei film.

Tom cruise invece purtroppo si sta specializzando in film d’azione, adesso dovrebbe tornare a film con storie un po’ più complesse perchè deve guardare anche al futuro.

È mai riuscito ad incontrare ed entrare in amicizia con chi ha doppiato?
Sì, con Tom Cruise sì, ho anche una dedica con scritto “Robert, thank you for your voice”

Sicuramente si merita questo complimento, il premio che ha ricevuto stasera e tanto amore dai suoi ammiratori. Nel corso della sua carriera ha svolto un lavoro incredibile!
Grazie mille!

Grazie a lei per averci concesso un po’ del suo tempo per questa intervista, noi di Sara Scrive non vediamo l’ora di sentire i suoi nuovi progetti.

Qui  Sara Scrive, passo e chiudo!

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su
Avatar
About Sara 379 Articles
Sara. Roma. 7 sorelle. Fangirl a tempo pieno. La leggenda narra che io sappia disegnare oltre che essere pazza per i Jonas Brothers.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.