Ho incontrato Lino Guanciale e Alessandra Mastronardi sul set dell’Allieva 2

 Lino Guanciale e Alessandra Mastronardi sul set dell’Allieva 2

Ciao ragazzi! Oggi volevo raccontarvi di quella volta in cui ho incontrato Lino Guanciale e Alessandra Mastronardi sul set de “L’allieva 2”.


Un giorno, mentre stavo tornando a casa da scuola, guardo sul gruppo di WhatsApp del mio corso di laurea e leggo un messaggio che diceva “Stanno girando l’Allieva 2 vicino la facoltà di architettura”. Trattandosi della mia Università, mi sono subito attivata per andare sul set al più presto possibile visto che da tanto speravo che Lino stesse a Roma per incontrarlo.

Come ho conosciuto Lino Guanciale

L’allieva inoltre è stata la prima Serie TV in cui ho visto Lino Guanciale recitare, perché mia nonna, essendo Abruzzese – in particolare di Avezzano-,  aveva cominciato ad insistere dicendo che dovevo vedere questa fiction perchè c’è un suo compaesano… ed io appunto non guardando spesso la televisione, non avevo mai visto Lino. 
All’inizio pensavo a “Ah, sarà il solito attore Italiano che non sa recitare e che fa solo fiction che si guardano le vecchie su Rai 1”, invece dopo i primi 5 minuti ho visto che Lino aveva una certa presenza scenica, che sembrava molto credibile e che insieme alla Mastronardi aveva una certa chimica. 
Da quel momento ho capito che Lino Guanciale è uno di quegli attori italiani che possono essere considerati come una promessa per il cinema: da tempo si dice che lo star-system Italiano è morto, che in generale il Cinema Italiano è morto…ma io penso che se ci fossero più attori come lui potremo tornare agli Antichi splendori degli anni 60.

Mi sono innamorata persa di Lino Guanciale, lo stimo moltissimo anche come persona! Dall’allieva ho cominciato poi, a vedere altre Serie TV come “Non dirlo al mio Capo”,  “La Dama velata”, ” Il Sistema”, “la porta Rossa” e poi ho visto anche alcuni film che ha fatto fino a seguirlo ovunque…ma fino al 18 Dicembre non ero mai riuscita a  incontrarlo.


Quando ho saputo che stava girando a Roma vicino, mi sono precipitata subito perchè non potevo perdermi una cosa del genere e sono corsa alla riscossa senza sapere quando giravano, cosa facevano, cosa non facevano… infatti il giorno che mi sono recata li (Giovedì 14 Dicembre 2017) non ho visto nessuno: c’era solamente una segretaria che mi ha risposto “no guarda se ne sono andati. Di solito girano il lunedì, il martedì, e il mercoledì… prova a vedere se tornano la prossima settimana… ma non ne sono sicura” . Immaginate come mi sentivo: super demoralizzata.

Risultati immagini per Lino guanciale gif

Fortunatamente sono una persona testarda e non mi do per vinta, quindi il Lunedì seguente – anche se stavo andando a lezione all’Università – avevo infilato nello zaino il ritratto che avevo fatto a Lino, il libro dell’Allieva da far autografare ad Alessandra ed alcuni pennarelli. Mentre il treno si stava fermando in stazione, leggo su instagram una delle comparse della serie tv che posta un’immagine dicendo “oggi riprese #lallieva2”!
Subito scendo dal treno di corsa, prendo il primo autobus che passa e vado dritta dritta nella direzione opposta a quella della lezione a cui sarei dovuta andare!
Chiamo al telefono il mio fidanzato – che presto faranno santo – e comincio ad gridare euforica cose come “Amore, LINO GUANCIALE E’ QUI, CORRI RAGGIUNGIMI”. Appunto perchè è un santo, anche il mio ragazzo è arrivato sul set come sostegno morale…So benissimo che a voi non frega nulla del fatto che io mi porti gli aiutanti speciali quando devo adescare i miei artisti preferiti, ma so anche che per quello che fa per me, Damiano (il mio ragazzo), si merita che le sue gesta vengano riportate in queste poche righe.Lino Guanciale Stanotte a Venezia Giacomo Casanova italiansedit perioddramaedit documentary Alberto Angela swoons my is he gorgeous les-soucis-de-madame-butterfly.tumblr.com

Dicevamo!
Con fare titubante mi avvicino ad uno degli addetti alla sicurezza e gli sbatto in faccia il ritratto per Lino, come per dire “guarda cosa so fare! Si ecco, fammi vedere Lino. Sono cosi disperata che merito di incontrarlo”. Fortunatamente ha recepito il messaggio e mi ha presentato a Lino.
Per quanto ero emozionata non riuscivo a parlare! Lino invece è stato gentilissimo e super disponibile e ha risposto a tutte le domande che gli ho fatto e mi ha dato degli utili consigli per proseguire la mia carriera nel mondo della sceneggiatura.


Ecco cosa ci siamo detti:

Sara: Buongiorno!
Lino: Buongiorno!
Sara: Salve, scusi se la disturbo, io volevo farle vedere questo ritratto che ho fatto per lei, scusi se la disturbo… okay mi sto ancora ripetendo, scusi ancora se la disturbo!
Lino: *sorride* Non ti preoccupare cara…*vede il disegno* Ma è bellissimo, madonna che bello!
Mentre lui firma il disegno dico: Io studio cinema e la seguo da un po’, volevo dirle che la stimo tantissimo e lei per me è un esempio da seguire
Lino: Sono davvero felice di conoscerti, come ti chiami?
Sara: Sara! Verrò anche a vederla a Teatro per “Ragazzi di vita”…
Lino: Mi fa piacere!
Sara: Volevo anche chiederle un consiglio: so che lei ha intrapreso un percorso di studi per diventare attore, io vorrei fare la sceneggiatrice oppure occuparmi di giornalismo e critica cinematografici, lei cosa mi consiglia?
Lino: Io ho fatto l’Accademia di Arte Drammatica – la Silvio D’amico- qui a Roma, dove adesso hanno anche dei corsi di drammaturgia. Se fossi in te mi informerei, perchè credo che il corso di drammaturgia interno all’accademia, tu possa farlo insieme all’Università. Integrando quindi entrambe le formazioni.
Sara: Lei cosa ne pensa dei suoi fan? Ho visto che è molto attivo sui social e l’ammiro un sacco anche per questo!
Lino: Penso che sia una cosa veramente bella, avere qualcuno che ti cerca e che ti vuole bene. Ti dimostra il suo affetto e il suo supporto e ti rende felice.
Sara: Se non è di troppo disturbo potremmo farci una foto?
Lino: Certamente!
Lino: Ti auguro buona fortuna per tutto!Mi raccomando informati sui corsi dell’Accademia perchè ti potrebbero offrire molti sbocchi lavorativi…solo con l’Università purtroppo diventa difficile.
Sara: Grazie mille lo farò sicuramente!
Lino: In bocca a lupo per tutto!Ciao!!
Sara:Ciao!

E alla fine, neanche me l’aspettavo, ma da buon italiano mi ha dato un bacio sulla guancia e un abbraccio! Stavo svenendo dall’emozione.
Quando dico buon italiano intendo che, visto che ho incontrato anche altri artisti stranieri, sono abituata che di solito le persone non italiane non danno baci sulle guance perchè non è nella loro educazione salutare in questo modo. Invece Lino si è dimostrato molto disponibile ed educatissimo!
Sono stata molto contenta di avergli potuto rubare 3 minuti di chiacchiere sul set!

In seguito ho incontrato con Alessandra – anche se per poco perchè doveva andare a cambiarsi- ed anche lei è stata super gentile e disponibile!

Come mi pare di avervi già detto, il mio ragazzo è un santo, infatti 10 giorni dopo, il 28 Dicembre 2017, mi ha portato a teatro a vedere “Ragazzi di vita” per rivedere Lino in azione.
Questa volta però ho deciso di fare a Lino una sorpresa ancora più grande…

…e gli ho portato un ritratto di mezzo metro!

Bene ragazzi, spero di non avervi annoiato. Questa è stata una delle esperienze più indimenticabili che ho vissuto e sono stata felice di raccontarvela!

 

Qui Sara Scrive, passo e chiudo!

 




Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su
Avatar
About Sara 323 Articles
Sara. Roma. 7 sorelle. Fangirl a tempo pieno. La leggenda narra che io sappia disegnare oltre che essere pazza per i Jonas Brothers.

2 Commenti

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.