Star Wars: The Clone Wars | Recensione

Star Wars: The Clone Wars è una serie animata andata in onda tra il 2008 e il 2020 prodotta da Lucasfilm Animation. La serie parla degli eventi che si svolgono tra Star Wars Episodio II “L’Attacco dei Cloni” ed Episodio III “La Vendetta dei Sith“. Essendo un arricchimento dell’universo di Star Wars per comprenderla al meglio è consigliato aver già visto almeno la trilogia prequel anche se non è del tutto necessario. E’ però talmente buona che la consiglio vivamente anche a chi non si è mai approcciato a Star Wars prima d’ora.

Premesse doverose

Essendo il solito criticone ho evitato The Clone Wars come la peste per anni. Da bambino sono cresciuto con i film della vecchia trilogia e man mano che uscivano mio padre mi portava a vedere quelli della nuova, i prequel. Io li adoravo e lui da buon fan di vecchia data li schifava. Crescendo e sviluppando un senso critico ho cominciato anch’io a disprezzare parecchio i tre film prequel ma con riserva: per quanto fossero brutti avevano dei buoni spunti: se ben spiegata la componente politica era interessante; un’espansione del mondo di Star Wars poteva regalare ottime storie. Eppure una serie che si andava a svolgere in quel periodo la trovavo una brutta idea, il fatto che fosse consigliata dai sei anni in su, poi mi ha decisamente convinto a evitarla. Mi sbagliavo, tanto per cambiare.

Il Prologo della Serie 

Giuro non vi sto prendendo in giro. Se seguite l’universo espanso di Star Wars saprete che esistono tantissime storie parallele e secondarie e appunto prologhi ai prequel. Da diventare matti. Io stesso non ho mai letto un fumetto o un libro di Star Wars proprio perché era tutto troppo incasinato, il mio primo approccio a questo mondo oltre ai film della saga  principale e The Mandolarian  è proprio questa serie. Comunque sia la serie ha un prologo chiamato appunto Star Wars: The Clone Wars, un film distribuito in sala nel 2008 che parla di un’avventura dei due Jedi Obi-Wan e Anakin Skywalker. Non giudicate la serie da questo film, e’ piuttosto brutto e inutile. Ma dopo di questo tutto è in discesa.

La copertina del film prologo

La Serie vera e propria

Star Wars: The Clone Wars ci racconta della guerra dei cloni, guerra spietata che si combatte tra la Repubblica galattica e il nuovo Ordine dei Separatisti, che vogliono formare un governo tutto loro (con Black jack e squillo di lusso, cit.).

Star Wars: The Clone Wars ci mostrerà quindi tutte le situazioni che una guerra può presentare, non solo quelle proprie dei Jedi come nei film della serie principale. Vedremo la vita dei cloni, piccole battaglie in punti remoti della galassia, dispute politiche.  Insomma tutto l’universo di Star Wars e quello che vi è dentro sarà ricco e ben approfondito, senza mai diventare noioso e banale ma sempre interessante ed avvincente. Le situazioni saranno spesso piuttosto pesanti, i morti non mancheranno e neppure qualche lacrimuccia quando qualche personaggio a cui ci eravamo affezionati farà una brutta fine.

 

Gli eroi della storia

In una serie che si chiama Star Wars: The Clone Wars i veri protagonisti sono per l’appunto i cloni. Questi ci vengono presentati per la prima volta nella trilogia classica dove sono chiamati Assaltatori, compongono l’esercito del bellicoso Impero galattico. Ne “L’Attacco dei Cloni” scopriremo che sono dei cloni e che venivano creati come esercito della Repubblica, infine nel terzo episodio li vedevamo tradire i Jedi e rivoltarsi contro di loro. Nei film erano solo dei personaggi di contorno, importanti per la storia ma mai ben approfonditi. In Star Wars: The Clone Wars avviene qualcosa di fantastico: i cloni ci vengono mostrati come uomini, hanno dei sogni delle ambizioni e seppure identici fisicamente sono molto diversi gli uni dagli altri. Alcuni sono socievoli, alcuni egoisti, alcuni diserteranno per avere una vita diversa, alcuni daranno corpo e anima per i propri compagni. Nella serie vedremo moltissimo i Jedi, capiremo ancora meglio che nei film la loro ideologia e cosa li muove ma sono i cloni la vera anima della serie.


Piccoli difetti

La serie va avanti per sette stagioni come un treno con bellissime puntate e altre un po’ più dimenticabili. Per ora ho visto fino a metà della sesta stagione quindi non posso ancora parlare del finale ma ho ottime aspettative. L’unico problema forse è che essendo un prequel noi come gli sceneggiatori già sappiamo che determinati personaggi non moriranno. Questo li porterà a vivere situazioni pericolosissime dove ne usciranno vivi più o meno solo perché “ci sono nei seguiti quindi non possono morire ora”. Altre cose sono solo piccolezze come il cercare di lasciare un personaggio misterioso mettendogli un cappuccio e non facendoci capire chi sia. Peccato che usino lo stesso doppiatore sia per quando è nella sua versione pubblica che nella sua versione “oscura” e già dalle prime puntate sappiamo chi si celi dietro i vari personaggi. Perdonatissimo perché avendo visto i film già sappiamo chi siano questi personaggi ma un piccolo camuffamento della voce avrebbe evitato situazioni poco realistiche

Doppiaggio Italiano

Consiglio vivamente di guardare la serie doppiata in italiano. La versione originale è ottima ma se non siete molto bravi con l’inglese molti personaggi con voci alterate come i droidi potrebbero risultare piuttosto difficili da comprendere. Inoltre per alcuni personaggi come Obi-Wan o Padme Amidala è stato usato lo stesso doppiatore che possiamo ascoltare nella versione cinematografica, cosa che invece non avviene nella versione originale.

Anakin Skywalker

Un paragrafo va dedicato solo ad Anakin. Se siete di quelli come me che amano Star Wars ma odiano i prequel soprattutto per Anakin, Star Wars: The Clone Wars è la serie che fa per voi. Il personaggio è simile a quello dei film ma molto più complesso e approfondito. Dovrà affrontare scelte morali, addestrare una padawan, l’inedita e adorabile Ahsoka Tano, e piano piano lo vedremo cedere sempre di più al lato oscuro, in maniera coerente e costante. Una applauso a chi ha scelto le musiche poi: la prima volta che vedremo Anakin compiere una scelta discutibile potremo sentire il tema di Darth Vader, facendoci capire già dove andrà a finire il destino del nostro eroe.

 

The Mandalorian, The Fallen Order e Rogue One

Avete visto la serie, giocato il videogioco o guardato il film? Ebbene se ci sono delle cose che non avete ben capito o che vorreste approfondire, guardate Star Wars: The Clone Wars. Le tre opere citate prendono infatti situazioni e personaggi proprio da questa serie, a farci capire ancora di più come sia una parte fondamentale per ogni fan di Star Wars e anche per chi non lo è.

Alla Prossima,

Luca

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.