Titolo: Il killer del loto
Anno: 2021
Casa editrice: Porto Seguro
Genere: noir, suspense
Lunghezza: 246 pagine
Valutazione: ★★★★★ 

Trama

A Minneapolis, sulla sponda del fiume, viene rinvenuta una testa umana, recisa di netto. Nella sua bocca è stato inserito un fiore di loto e alla base del collo c’è il numero quattro tatuato. Il detective Clay Stone è al suo primo caso di omicidio e con l’aiuto di Rabbit, un giovane tecnico forense, ha il compito di scoprire l’identità della vittima e quella dell’assassino. Il giorno seguente però, nel pieno delle indagini, viene ritrovata una seconda testa, sempre con un fiore di loto inserito in bocca e un tatuaggio con il numero tre sul collo.
Un terribile conto alla rovescia. Tra corse contro il tempo e oscure verità riemerse dal passato, Clay Stone si troverà nel mezzo di un macabro meccanismo ad orologeria che dovrà superare per riuscire a stanare Il killer del loto.

L’autore

Marco De Fazi, classe 1986, è nato e risiede a Legnano. Appassionato da sempre di arte e intrattenimento, è un musicista e compositore per diletto. Ha all’attivo tre album musicali pubblicati, tutti contenenti pezzi originali in lingua inglese. Inizia a scrivere nel 2020 e vince diversi concorsi letterari, che includono la pubblicazione cartacea di alcuni suoi racconti brevi.  Il killer del loto è il suo secondo romanzo. 

Commento

Come con il primo romanzo (trovate la recensione qui luomo-nel-buio-recensione) sono rimasta piacevolmente sorpresa da questo libro. L’autore ha utilizzato il protagonista precedente, lo sceriffo (ora detective) Clay Stone (a cui mi ero particolarmente affezionata) per raccontare una storia di una vendetta che vi lascerà col fiato sospeso fino all’ultimo secondo. Come nell’uomo nel buio, il plot twist finale è quello che fa valere oro l’intero romanzo. Marco De Fazi ha aggiunto un epilogo a dir poco geniale, che mi ha fatto letteralmente urlare. Per gli amanti del genere, il romanzo è un must have nella propria libreria.

Ancora complimenti per la bravura. Hai trovato una fan sfegatata. Attendo con ansia i tuoi prossimi lavori.

 

 

Written by

Aurora

Mi piace definirmi una sognatrice. Amo l'arte, la storia, la letteratura e la fotografia. Cerco di esprimere ciò che mi frulla in testa scrivendo.