Pomodori verdi fritti alla fermata del treno | Recensione

Pomodori verdi fritti alla fermata del treno è un film drammatico tratto dal romanzo di Fannie Flagg, Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop, e diretto da Jon Avnet. La pellicola è uscita per la prima volta negli Stati Uniti nel 1991.

Sei un’ammaliatrice di api, Idgie Threadgoode. Ecco cosa sei, un’ammalia-api.

Trama


Pomodori verdi fritti alla fermata del treno è un film che tratta, parallelamente, due emozionanti storie di amicizia. La prima, narrata dall’anziana Ninny a Evelyn, è quella nata tra Ruth e Idgie, due donne che si ribellano al pensiero maschilista e razzista dell’America degli anni ’30; la seconda è quella che si sviluppa tra Ninny ed Evelyn, due donne che si sono incontrate casualmente in una casa di riposo. Evelyn è una donna infelice del proprio matrimonio e del suo aspetto. Il racconto delle avventure bizzarre delle due ragazze la aiuterà a trovare un equilibrio e la legherà a Ninny, di cui deciderà di prendersi cura.

Cast

Evelyn, il personaggio con cui si apre il film, viene interpretata da Kathy Bates (doppiata da Lorenza Biella), mentre l’anziana Ninny è stata interpretata da Jessica Tandy (doppiata da Micaela Giustiniani). Mary Stuart Masterson interpreta Idgie (doppiata da Ilaria Stagni) e Mary-Louise Parker veste i panni di Ruth (doppiata da Stefania Patruno).

Commento

Pomodori verdi fritti alla fermata del treno è un bellissimo film che tratta il tema della diversità. Ciò che lega Ruth e Idgie è l’amore, un amore che chiaramente veniva visto come errato. Le due ragazze, infatti, lottano contro il maschilismo e il razzismo che le impossibilitava a sentirsi libere. Nonostante questo ostacolo, le due donne scelgono di lottare contro questi pensieri e fanno, letteralmente, “di tutto” pur di non veder violata la loro libertà. Ninny inizia a narrare la loro storia partendo da un luogo: Whistle Stop. Questo luogo è fondamentale per lo sviluppo della storia, poiché è dove Ruth e Idgie hanno coronato la loro libertà aprendo una loro attività ed è il posto in cui sia si apre il film sia si chiude.
L’amicizia che si instaura tra Ninny ed Evelyn, di cornice, porta quest’ultima a migliorarsi e a cercare una soluzione alla propria infelicità. Questo legame si confronta con quello più profondo di Ruth e Idgie, appartenenti a un’altra generazione.

Il messaggio

Ho apprezzato molto questa pellicola. Essa è delicata e profonda; la sua visione mi ha ispirata a lottare contro gli ostacoli che la vita mi presenta, ma soprattutto a non rinunciare alla libertà, ai miei sogni e al vero amore. A mio parere, il messaggio che questo intreccio di storie vuole trasmettere, non riguarda solo la diversità: Ninny sente il bisogno che si parli della storia di Ruth e Idgie perché si continui a lottare contro le ingiustizie e il razzismo, tuttora diffuso. La diversità e la libertà portano felicità negli animi delle due ragazze, e il messaggio che ho recepito è il mai rinunciare alla libertà, mai smettere di sognare e affrontare i problemi della vita.

Consiglio caldamente la visione di questo film, poiché in questi giorni di lotta contro il razzismo potrebbe essere uno spunto di riflessione e di ispirazione.

 

E voi l’avete già visto? Se sì, che ne pensate? Fatemelo sapere nei commenti!

Joan

 

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su
Joan
About Joan 13 Articles
Sono Joan, una ragazza di diciott'anni appassionata di musica, cinema, letteratura e astronomia. I miei film e le mie serie tv preferiti sono quelli di inizio anni 2000, ma non disprezzo quelli più recenti. Sono un'amante di Austen e Dickens, ma ultimamente sto iniziando ad amare anche Hugo e Marquez. Ho un debole per Haruf, un autore statunitense che mi ha completamente incantata. Amo diversi generi musicali, ma so per certo che il mio preferito in assoluto è l'alternative-rock. Non mi stanco mai di sentire i Red Hot Chili Peppers, gli Arctic Monkeys, gli Oasis, i Nirvana e infiniti altri artisti. Spero di farvi appassionare al mio mondo attraverso i miei articoli!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.