Alien, la donna al centro

 

Oggi analizziamo uno dei capolavori del grandissimo Ridley Scott, un film che ha fatto la storia del cinema in ogni suo aspetto e voglio soffermarmi su un’analisi in particolare: il ruolo della donna nella pellicola.

Chi non ha visto Alien si è perso qualcosa di assolutamente straordinario, un mix di generi che parte dalla fantascienza, passa per il thriller e giunge all’horror in maniera naturale ed armonica. Il film però ha ben altro al suo interno. L’intrattenimento è sì una parte fondamentale della pellicola ma scavando sotto la sporca superficie della nave cargo Nostromo, location principale, troviamo dei messaggi interessanti.

Quando l’uomo sfida la natura sentendosi superiore ad essa segna la sua stessa fine. L’alieno del film, creato dalla folle e geniale mente di Giger, artista svizzero, rappresenta il danno incredibile che l’uomo ha compiuto sulla natura. Uomo inteso nel senso stretto di “essere umano di sesso maschile”, la maggior parte del potere mondiale infatti è nelle mani di uomini e le donne di rilievo sono una minima. Il maschio è quindi il responsabile della messa in pericolo dell’intera specie umana. Non a caso la testa dell’alieno è falliforme.

Ripley, la protagonista interpretata da Sigourney Weaver viene sempre messa in disparte dall’equipaggio prevalentemente maschile e le sue parole non vengono mai ascoltate. La superbia del maschio è la rovina della vita. Dal maschio nasce solo morte. Nasce letteralmente dal petto della vittima del face-hugger, la prima fase evolutiva, esplode la seconda fase evolutiva dell’alieno.

Ridley Scott ci propone finalmente una donna davvero forte, che anche in momenti di azione non ha bisogno di essere salvata. La sua intelligenza e la sua determinazione sono un messaggio chiaro per le donne di tutto il mondo: voi siete la salvezza dell’umanità!

Nei sequel il messaggio verrà ribadito ancora e ancora tracciando sfumature diverse in base alla sensibilità degli altri registi riguardo l’argomento. In questo primo capitolo però Scott inizia un processo che ispirerà la fantascienza di lì a venire. Ci sarebbero anche molte altre chiavi di lettura per quest’opera, come per tutti gli altri grandi capolavori del cinema ma questa mi sembrava la più importante di tutte. A chi non l’avesse visto auguro una buona visione, chi invece l’ha visto cosa ne pensa?

 

Lorenzo

 

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su
Avatar
About Lorenzo 96 Articles
Sono un grande appassionato di Cinema, soprattutto pellicole horror. Adoro anche il cinema classico e tutto ciò che non è mainstream. Sono anche un appassionato di videogiochi e serie Tv. Amo leggere e vado matto per Stephen King e Bruce Springsteen.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.