Traduzione dei titoli dei film: strafalcioni e possibili soluzioni

Ricordate la lezioncina su come si (dovrebbero) tradurre i titoli dei film?

Oggi andremo un po’ più nello specifico, analizzando alcuni titoli la cui traduzione lascia molto a desiderare e proponendo alcune possibili soluzioni.

1. The eternal sunshine of the spotless mind – Se mi lasci ti cancello

Purtroppo, il titolo di questo film è conosciuto nel nostro Paese non tanto per la trama sofisticata e dall’atmosfera bizzarra, ma a causa della traduzione italiana con cui la pellicola è stata venduta in Italia: Se mi lasci ti cancello. Un titolo sicuramente accattivante dal punto di vista del marketing, ma totalmente sbagliato a livello traduttologico e assolutamente fuorviante. Infatti, mentre il pubblico inglese grazie al titolo scelto si aspettava di assistere a un film non proprio leggerissimo, lo stesso non si può dire nel nostro caso. Leggendolo, uno spettatore si aspetta di ritrovarsi davanti alla classica commedia romantica, magari anche un po’ demenziale.

Una traduzione più accurata, pur trattandosi nel testo di partenza di un verso di una poesia, sarebbe: L’infinita letizia della mente immacolata. 

2. The Holiday – L’amore non va in vacanza 

Ancora una volta, il titolo di partenza è stato storpiato, esplicitandolo. Mentre in inglese il titolo non dice molto di ciò che accadrà nel film – trattandosi di un titolo semi-trasparente, in cui l’enigma si scioglierà grazie alla visione del film – in italiano si rende tutto molto più chiaro, creando un titolo da commedia romantica. Accattivante, certo, ma lontano dalla realtà.

Volendo rimanere più vicini all’idea del titolo in inglese, la traduzione sarebbe: La vacanza. 

3. Dead poets society – L’attimo fuggente 

Ancora una volta, il titolo di partenza ha poco a che vedere con il corrispettivo italiano. Mentre in inglese è chiaro che il film tratterà di una società legata alla poesia, lo stesso non si può dire della traduzione. In questo caso, il ragionamento seguito è diverso: per una questione di marketing, ci si è soffermati su uno degli aspetti più riconoscibili del film, cioè il discorso sul Carpe diem (Cogli l’attimo) di Robin Williams, noto a chiunque e perfettamente riconducibile anche a chi non ha visto il film.

Volendo dare una soluzione, la traduzione più vicina sarebbe: La società dei poeti morti. 

 

Vi è piaciuto questo viaggio nel mondo della traduzione? Siete curiosi di leggere altri cattivi esempi? O avete in mente altri casi in cui in italiano il titolo di un film vi ha fatto storcere il naso? Fatemelo sapere nei commenti!

E come sempre, non dimenticate di passare dal mio blog personale. 

 

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.