Recensione: Pinocchio (il film)

Pinocchio - il film

Pinocchio è l’ultimo film scritto e diretto da Matteo Garrone nel 2019 prodotto da Rai Cinema e distribuito da 01 Distribution. La pellicola è l’adattamento cinematografico del famosissimo romanzo per ragazzi scritto da Collodi nel 1880 circa: Le avventure di Pinocchio – Storia di un Burattino. Dopo l’edizione televisiva prodotta dalla Disney, è finalmente arrivato il momento di vedere questo rifacimento (quasi) completamente italiano.

“Ho pensato di fabbricarmi da me un bel burattino di legno: ma un burattino maraviglioso, che sappia ballare, tirare di scherma e fare i salti mortali. Con questo burattino voglio girare il mondo, per buscarmi un tozzo di pane e un bicchier di vino: che ve ne pare?”

– Collodi

Pinocchio - il film

 

 

Trama di Pinocchio

Pinocchio è un burattino di legno creato da mastro Geppetto, il quale desiderava da sempre avere un bambino tutto suo. Il burattino prende vita e non appena ha le gambe scappa da casa sua. Pinocchio non è ubbidiente, anzi, vive tantissime avventure. Suo padre vorrebbe tanto che lui andasse a scuola, ma a un burattino non interessano queste cose. Pinocchio infatti inizia le sue avventure andando al teatro dei Burattini. Incontra tantissime persone, chi cerca di trarlo in inganno, come il Gatto e la Volpe, chi invece vuole aiutarlo, come il Grillo Parlante e la Fata dai Capelli Turchini.

Pinocchio - il film: il Gatto e la Volpe

Pinocchio - il film: il Grillo Parlante Pinocchio - il film: la Fata dai capelli Turchini

Come un bambino, si fida di chiunque incontra sulla sua strada e impara dai propri errori. Ben presto, si pente di essere scappato e vuole ritornare dal suo babbo Geppetto. A scoraggiarlo però, ecco che arriva la balena. Pinocchio pensa di essere ormai spacciato, quando in fondo allo stomaco del grande animale marino sente la voce del suo babbo: si è ricongiunto con Geppetto! Usando il suo genio, riesce a salvare lui e il padre. Inizieranno una nuova vita insieme e ben presto, ecco che la magia svolge il suo compito decisivo: Pinocchio, da burattino, diventa un bambino vero!

Pinocchio - il film: Pinocchio, Geppetto e la balena Pinocchio - il film: sono un bambino vero

 

 

Il cast di Pinocchio

Pinocchio - il film: il cast

I due ruoli principali sono ricperti da Roberto Benigni, che interpreta Geppetto, e Federico Ielapi nei panni di Pinocchio. Entrambi sono le due colonne portanti di tutta la pellicola. Personalmente, ho amato l’interpretazione di Benigni: con il suo accento e la sua bravura mi ha letteralmente incantata. Il bambino invece ha reso alla perfezione l’innocenza dell’essere bambino. Che poi, direte voi, difficile interpretare un bambino essendo un bambino: però, vi dirò di più, Pinocchio è un personaggio complesso e Ielapi l’ha interpretato magistralmente.

Pinocchio - il film: Geppetto e Pinocchio

Del cast fanno parte anche Rocco Papaleo (il Gatto) e Massimo Ceccherini (la Volpe). Devo dire che loro due sono stati fantastici e perfetti nei loro ruoli. Mi aspettavo un pò di più dal primo dei due, ma nonostante questo, non posso dire che Collodi sarebbe stato fiero della loro interpretazione. In particolare, le capacità di Ceccherini sono magistrali e rese al massimo della perfezione. Grazie per aver interpretato due dei cattivi peggiori dei romanzi dell’infanzia.

Pinocchio - il film: il Gatto e la Volpe

Una piccola nota stonata all’interno di un cast completamente italiano è l’attrice francese che ha dato il volto alla Fata turchina da adulta: Marine Vacth. Con questo non dico che non sembri adatta al suo ruolo, anzi, la delicatezza del suo viso è risultata la rappresentazione più ideale della Fata turchina. Questa scelta è la rappresentazione della collaborazione Italia-Francia-Inghilterra che sta alla base del film. Infatti, Nick Dudman e Mark Coulier hanno lavorato al trucco e agli effetti speciali (entrambi hanno lavorato nello stesso ambito nella realizzazione della saga di Harry Potter).

Pinocchio - il film: la Fatina

Menzione d’onore a Gigi Proietti che ha interpretato un Mangiafuoco meraviglioso e commovente, tinteggiato da un non so che di Genio… della lampada (i disneyani più fedeli capiranno).

Pinocchio - il film: Mangiafuoco

Del cast fanno parte anche Alessio Di Domenicantonio, è Lucignolo; Maria Pia Timo è la Lumaca; Davide Marotta è il Grillo Parlante; Paolo Graziosi è Mastro Ciliegia; Massimiliano Gallo è il direttore del circo; Gianfranco Gallo è la Civetta; Marcello Fonte è Pappagallo; Nino Scardina è Omino di burro; Maurizio Lombardi è Tonno. Da aggiungere a questo bellissimo e nutritissimo cast, vi è anche la giovane attrice che ha interpretato la Fata dai capelli turchini da bambina: Alida Baldari Calabria.

Pinocchio - il film: la Fatina

 

 

Commento (più o meno) tecnico al film Pinocchio

Partiamo con il parlare degli effetti speciali. Allora, penso che questo sia il primo film italiano che ha questi effetti che ricordano molto le pellicole di stampo americano. Sono stata piacevolmente sorpresa dal vedere questi dettagli letteralmente spiazzanti. Anche solo vedere come sono stati rappresentati gli animali: ma siamo seri? Anche solo il Grillo Parlante, ok che ha la faccia abbastanza terrificante, ma quanto dannatamente è fatto bene?! La storia di Pinocchio è ambientata in un mondo immaginario, che non esiste. Capiamo quindi quanto sia importante questo aspetto all’interno di questa pellicola.

Pinocchio - il film

Della recitazione degli attori ne ho già parlato un pò nella sezione del cast. Vorrei concentrarmi sulla storia che è stata rappresentata. Sappiamo che il film è basato sull’omonimo romanzo scritto da Collodi. Si sa anche che difficilmente la resa cinematografica sia completamente fedele al libro da cui è tratto. Beh, vi dico che nel film di Garrone ho visto la trasposizione corretta e coerente con la storia originale. Ovviamente ci sono stati alcuni dettagli che sono stati tralasciati, come l’andata in prigione di Geppetto dopo la prima fuga di Pinocchio. In questo caso, penso che la decisione sia stata dettata da una questione di poco tempo a disposizione: un film può durare qualche ora, per raccontare per intero il romanzo di Collodi sarebbe servito un giorno intero. Tutti gli avvenimenti presenti sono ovviamente i principali e i più importanti della storia di Pinocchio.

Pinocchio - il film: Lucignolo

Lo svolgimento degli eventi sembra precipitoso, frettoloso, quasi improvvisato. Beh, spoiler alert, è la stessa cosa che succede anche nel libro. Quando leggete il romanzo, trovate un’avventura dietro l’altra, una corsa subito dopo aver fatto un salto, una decisione giusta dopo averne presa una sbagliata… Insomma, l’aria di irrequietezza che traspare guardando il film è la stessa che consegna il romanzo. Perché? I bambini non riescono a stare tranquilli, non li riesci a contenere, sono un turbinio di emozioni e di desideri, di passioni e di bisogni. Hanno bisogno di esplorare il mondo e di correre nel mondo. Avete presente il detto “non sta fermo neanche quando dorme”? Così come Pinocchio, anche tutti gli altri bambini.

 

 

Commento personale al film Pinocchio

Come mai Le avventure di Pinocchio è uno dei romanzi che può rientrare a pieno titolo nella letteratura per l’infanzia? Come mai questa storia, come molte altre, riesce a parlare al cuore dei bambini? Il protagonista di questa storia è un burattino che si ribella, che non rispetta le regole, che scappa, che vuole divertirsi… Lui è un bambino come tutti gli altri. Quello che Collodi ha rappresentato è un personaggio che segue quelle che sono le grandi virtù dei bambini, quelle che la società cerca di reprimere nei bambini, come la curiosità, il coraggio… Sono tutti quei sentimenti che portano verso il rischio.

Pinocchio - il film

Il momento in cui Pinocchio smette di essere un burattino e diventa un bambino vero è la rappresentazione più realistica della fine dell’infanzia e del sentirsi bambino. Lui vive tutte le esperienze e avventure possibili senza porsi dei limiti, non ha la concezione del tempo che abbiamo noi adulti (come quando era nel paese dei Balocchi). Sono plurime le esperienze di morte che incontra Pinocchio: il Gatto e la Volpe lo uccidono per derubarlo, incontra la bimba dai capelli turchini che dice dalla finestra che in quella casa sono tutti morti, rischia la vita più volte… Questi sono tutti esempi di come, nella vita, i bambini incontrano momenti che portano a uccidere il bambino che è dentro ognuno di noi.

Pinocchio - il film: Pinocchio e la Fatina

Nella letteratura per l’infanzia si parla di morte perché il bambino che è dentro di noi deve morire per entrare nella società. Questi libri devono essere letti dai bambini perché parlano di quelle grandi virtù che il mondo sopprime. Pinocchio diventa un bambino vero, smette di vivere nell’infanzia, quando inizia a prendersi le sue responsabilità, quando si prende cura del padre e inizia a lavorare.

Pinocchio - il film: Pinocchio e Geppetto

Pinocchio è un film da vedere assolutamente, allo stesso modo è da leggere il romanzo da cui è tratto. Fate rivivere il bambino che è in voi, date la possibilità ai piccoli che incontrate di vivere una storia che permetta loro di continuare a vivere come loro meglio sanno fare… da bambini.

 

Di questo film ne è già stato trattato sul blog (qui) e in piccola parte anche sul mio profilo Instagram (qui). Fatemi sapere nei commenti cosa ne pensate! Se vi piacciono i film e le serie tv, andate a seguire la mia pagina Iaiatv per parlarne e commentarli insieme!

Nel dubbio, si beve buon vino e si guardano serie tv (e film).

Iaiatv

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su
Iaiatv
About Iaiatv 29 Articles
Sono Chiara, classe 1996, studio all’Università di Bologna, amo il vino e tutto ciò che riguarda il mondo dell’arte. La danza, la musica, il teatro, i film e le serie tv sono la mia passione.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.