Raccontami la notte in cui sono nato | Recensione

Recensione di Raccontami la notte in cui sono nato

Titolo: Raccontami la notte in cui sono nato
Anno: 2012
Casa editrice: Giulio Perrone Editore
Genere: narrativa italiana
Target consigliato: dai 18-20 anni in su
Lunghezza: 109 pagine
Punto di vista: interno
Valutazione: ★★★★★ 

Ero sempre un passo indietro o un passo avanti: raro che riuscissi ad accordarmi con l’andatura altrui. Sempre in fuga o in difesa. 

Paolo Di Paolo 

Paolo Di Paolo, autore di Raccontami la notte in cui sono nato

Paolo Di Paolo è nato a Roma nel 1983 e nel 2003 è entrato tra i cinque finalisti al Premio Campiello Giovani. Si è laureato all’Università degli Studi di Roma I “La Sapienza” e ha ottenuto un dottorato di ricerca in Studi di storia letteraria e linguistica italiana all’Università degli Studi di Roma III. Ha esordito nel 2004 con Nuovi cieli, nuove carte e ha poi proseguito con la scrittura di romanzi, saggi, romanzi per ragazzi e opere teatrali -tra cui La classe operaia va in paradiso (recensito qui)-. 

Trama 

Lucien è un ragazzo come tanti altri, ha 24 anni e un lavoro come giornalista ma sente che nella sua vita c’è qualcosa che non va, così decide di venderla. Filippo, stessa età, studente di medicina ma aspirante disegnatore è il compratore. Ma che prezzo può avere una vita? Che prezzo può avere il primo bacio? Che prezzo possono avere i ricordi? E, soprattutto, possono essere venduti a chi li ha conosciuti solo attraverso fotografie? 

Commento 

Dopo aver letto e recensito Lontano dagli occhi –qui-, ho deciso di scoprire qualcosa di più di questo autore e di leggere un altro suo libro. La scelta è ricaduta su Raccontami la notte in cui sono nato per un motivo ben preciso: il titolo. Il libro non mi ha affatto delusa e, anzi, mi ha colpita nel profondo perché trae spunto dalla vera storia di un ragazzo che ha messo in vendita la sua vita su eBay. 

Raccontami la notte in cui sono nato è un libro dolce e duro allo stesso tempo e la presa di coscienza, da parte di Lucien, di ciò che ha venduto è la parte migliore. Dopo un evento in particolare il ragazzo si renderà conto che la vita non si vende ma si vive e basta. Una lezione che l’autore riesce a rendere magistralmente, complice anche la definizione di un personaggio fragile ed insicuro quale è il protagonista. 

Lo stile di scrittura non è così tanto cinematografico come era in Lontano dagli occhi ma è molto più incalzante ed invita il lettore a proseguire nella narrazione per scoprire se Lucien si renderà davvero conto di ciò che ha (s)venduto. Quello di Paolo Di Paolo rimane comunque uno stile di scrittura molto particolare ed inusuale. 

Conclusioni 

Consiglio assolutamente a tutti la lettura di Raccontami la notte in cui sono nato perché è un libricino all’apparenza innocuo che però si rivela decisamente efficace nella narrazione. Ancora una volta Paolo Di Paolo mi ha colpita e spero che colpirà anche voi! 

Avete letto questo libro? Scrivetelo nei commenti! 

Ilaria 

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su
Ilaria
About Ilaria 127 Articles
Sono una studentessa universitaria appassionata di teatro e di recitazione in generale ma anche di tennis.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.