My drawings’ adventures: Lily Collins

Ciao ragazzi,
sono davvero contenta di tornare t scrivere sul blog! Quest’oggi volevo raccontarvi di Lily Collins e dei disegni che ho fatto per lei.

Passo molto tempo a disegnare i miei artisti preferiti per poi appendere nella mia cameretta i ritratti che mi piacciono di più, quello però che rende speciale un disegno è che alcuni hanno lo stesso significato di una fotografia: mi ricordano un particolare bel momento che ho passato, come ad esempio una premiere, un concerto o uno dei tanti eventi mondani ai quale mi piace partecipare.

Con Lily Collins mi sono successe due cose importanti che non dimenticherò mai: quando andai alla premiere di Love, Rosie il 19 Ottobre 2014 a Roma e quando Lily Collins diede un’occhiatina al mio profilo di instagram!

Andiamo con ordine.
Ero ancora su di giri per quello che mi era successo quasi un mese prima con Sam Claflin (Clicca qui per scoprire di cosa parlo) e non vedevo l’ora di partecipare alla Festa del Cinema di Roma come ogni anno!

Ricordo che insieme al mio amico Giamarco (@prftris su twitter) avevamo provato invano a partecipare a tutti i concorsi disponibili per vincere un M&G. L’unica cosa positiva che avevamo erano i biglietti per assistere all’anteprima del film con gli attori in sala.

Il giorno dell’evento abbiamo preferito evitare il red carpet principale pieno di fan urlanti e agguerriti, piuttosto abbiamo cominciato ad esplorare i dintorni per capire da dove uscivano le macchine e alla fine siamo riusciti ad intrufolarci nel mini red carpet interno alla struttura.

Per l’occasione avevo fatto un disegno sul film scegliendo una delle locandine che mi aveva colpito di più e cercavo di sventolarla il più possibile al loro passaggio sperando che mi notassero…ma andavano troppo di fretta. Così, inizialmente demoralizzata, insieme a Gianmarco e Chiara (di ChiaraSweetBooks) siamo entrati in sala e abbiamo preso posto per vedere l’anteprima.

Non vi sto a raccontare com’è andata la visione per non dilungarmi molto, ma ci tengo a dire che come al solito ho fatto una figura delle mie: mentre cercavamo le nostre sedie, ho scommesso con Chiara che avrei fatto qualcosa per attirare l’attenzione, così appena sono finite le pubblicità prima del film, con Sam e Lily in sala ho strillato per loro:”We love you!”. Certo, ho 18 anni, prima ne avevo 16, non sono una pazza esaltata, però ogni tanto qualche azione stupida è legittima. Almeno mi hanno notato, si sono messi tutti a ridere!

Ora arrivo al sodo: con Gianmarco avevamo deciso di incontrarci fuori nel parcheggio qualche minuto prima che finisse l’evento perchè sapevamo che gli attori sarebbero usciti di soppiatto approfittando che i fans fossero ancora in sala. Così ci siamo messi ad aspettare…

Inizialmente gli addetti alla sicurezza hanno iniziato a guardarci male e questo ha confermato la tesi di Gianmarco: Lily e Sam sarebbero passati di li. I minuti passavano, i bodyguard cominciavano ad avvicinarci e quando uno provò a mandarci via pensai che non ce l’avremmo mai fatta.
Fortunatamente le macchine uscirono prima che perdessimo le speranze, la prima era quella di Sam, che però andava troppo veloce per essere fermata. Quando nell’ultima macchina vidi Lily, non chiedetemi come e perchè, ma presa da una forte scarica d’adrenalina mi sono messa a correre dietro la macchina con la cartellina di disegni sotto braccio. Ad un tratto l’auto si è fermata ed è uscita una signora: era l’organizzatrice dell’evento M2 Pictures, Monica. Non avevano fatto scendere Lily dalla macchina, ma avevano delegato questa signora a vedere cosa volesse la pazza che correva dietro l’auto.

Meno male che parlava italiano perchè con il cervello fuso in quel momento non credo che sarei stata capace di dire una parola in inglese! Con il fiatone che neanche gli atleti delle olimpiadi hanno, ho detto “Ho fatto questi disegni. Per Lily. La prego. Autografo.”

Forse sarà stato il mio aspetto disperato a far leva sui suoi sentimenti, forse sarà stata la fortuna, fatto sta che alla fine Monica mi ha sorriso e ha deciso di esaudire il mio desiderio, riconoscendo i miei sforzi e complimentandosi per i disegni.

Il Lunedì seguente sono andata anche al Q&A con Sam e Lily e sono riuscita a vederla bene di persona e farmi firmare un piccolo pezzo di carta come ricordo!

Non potevo aspettarmi di essere così fortunata, ma non sapevo cosa mi aspettava un anno dopo! Pubblicai su Instagram un disegno su Jamie Campbell Bower e Lily (insieme sono/erano una coppia fantastica!) e qualche settimana dopo mi resi conto che Lily aveva commentato il mio disegno!

In quel periodo non entravo spesso su Instagram, ma dopo Lily ho deciso che sarei stata più attenta!

Anche perchè Lily non è l’unica artista che ammiro ad avermi notato sui social newtwork, ma questa è un’altra storia.

Qui Sara Scrive, passo e chiudo!

 

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su
Avatar
About Sara 379 Articles
Sara. Roma. 7 sorelle. Fangirl a tempo pieno. La leggenda narra che io sappia disegnare oltre che essere pazza per i Jonas Brothers.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.