Le strade del male

Le strade del male è un film diretto da Antonio Campos, prodotto da nine stories production, distribuito da netflix in Italia ed uscito nel 2020.

La trama

Il film ha una trama semplice da seguire a prima vista, è sostanzialmente fatta di diverse storie, che prima o poi si intrecceranno. Il film inizia presentandoci la storia del marine Willard che, tornato dal pacifico sud occidentale dopo aver combattuto la guerra, si innamora di una barista dell’Ohio in modo totalmente fortuito scambiandosi di posto, il che favorirà l’incontro di due personaggi che vedremo avanti nella storia. Willard non ha mai dimenticato ciò che ha vissuto i guerra, e unendo questo al fatto che ci troviamo in una contea americana negli anni 50 possiamo vedere un bel quadro di una società bigotta e fanatica del cattolicesimo. Willard scoprirà in seguito che sua madre aveva promesso a Dio di sposarlo con Helen(una donna devota) se avesse fatto tornare suo figlio sano e salvo dalla guerra. Helen quindi non avrà nessuno da sposare, nella contea però arriverà un predicatore, il predicatore Roy, con il quale avrà una figlia, Lenora. Lenora crescerà con Arvin(il figlio di Willard) ma il perchè lo scoprirete soltanto guardando il film. Lo sviluppo della trama in se è abbastanza veloce da non farci annoiare ed è veramente molto difficile trovarte incongruenze.

I personaggi

Bisogna sicuramente dire che gli attori hanno fatto veramente un lavoro mostruoso in questo film, i due più degni di nota sono Tom Holland e Robert Pattinson, soprattutto perchè hanno saputo dar prova di potersi staccare dai loro film precedenti. In particolare Rober Pattinson ha saputo interpretare magistralmente il reverendo, viscido e senza cuore. Degno di nota è anche Harry Melling, che ha interpretato quel fanatico predicatore spostato da Helen. Concludendo devo dire che la caratterizzazione dei personaggi non è per nulla prevedibile e stereotipata ma sono tuttavia coerenti con il loro passato.

Il cast

Ok lo dico per ogni cosa che recensisco e se mi conoscete lo sapete, ma, questo cast è un bomba, ci sono veramente tutti

  • Tom Holland: Arvin Russell doppiato da Alex Polidori
  • Bill Skarsgård: Willard Russell doppiato da Emiliano Coltorti
  • Riley Keough: Sandy Henderson doppiata da Francesca manicone
  • Jason Clarke: Carl Henderson doppiato da Simone Mori
  • Sebastian Stan: Lee Bodecker doppiato da Marco Vivo
  • Harry Melling: Roy Laferty doppiato da Niccolò guidi
  • Eliza Scanlen: Lenora Laferty doppiata da Giorgia Venditti
  • Kristin Griffith: Emma Russell doppiata da Aurora Cancian
  • Pokey LaFarge: Theodore doppiato da Federico Bebi

La fotografia

La regia non è stata una delle migliori che abbia mai visto, anche se ho notato alcuni campi lunghi fatti molto bene, in generale una regia ordinaria e dimenticabile, per la fotografia veramente impeccabile dobiamo ringraziare invece  Lol Crawley, questi colori caldi tipici dei film nel dopoguerra mi fanno impazzire ogni volta.

Il finale

Il finale penso sia una delle cose più assurde ma allo stesso tempo molto telefonate che io abbia mai visto, poichè vi consiglio di vedere questo film, ho le mani assolutamente legate e quindi posso soltanto dirvi che è piuttosto coerente con tutto il film.

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.