Il pianto di Va-Ril di Paolo Battaglia| Recensione

Titolo: Il pianto di Va-Ril
Autore: Paolo Battaglia
Genere: Fantasy
Valutazione: ★★★★

TRAMA:

È da pochi secoli che la razza umana abita la Terra.La Scelta, genitrice di ogni cosa vivente, fin da quando creò l’uomo gli concesse una naturale immortalità. Ciononostante la madre del piccolo Va-Ril muore poco dopo averlo messo al mondo. L’orfano, monito di morte, cresce tra il timore e la paura popolare nei suoi confronti, finché non incontra la bella e coraggiosa Za-Ròl sul suo cammino.
I due costruiscono famiglia sopravvivendo a tutto il rancore e il timore che il popolo della loro isola prova nei confronti dello strano Va-Ril.
Orn, la Donna-Albero che nutre tutte le genti del mondo (che fa da tramite tra gli uomini e la Scelta) comincia a temere per il destino di quel suo popolo, perché un male senza nome cresce nel Creato.
Va-Ril, brandito da un senso di gratitudine assoluto, sceglie di aiutarla, ma non sa ancora quanto gli costerà questa decisione…

Sul sito dell’autore potete trovare i primi 3 capitoli gratuiti: www.paolobattagliascrittura.com

Autore:

Scrittore appartenente al mondo narrativo epico-fantasy, vive a Bassano del Grappa (VI), dove dal 2009 scrive racconti, mischiando fantasy, saggistica, epica e poesia, ispirandosi a Dante, Milton e Lewis.
Laureato in Comunicazione a Padova, scrive nel giornale La Voce dei Giovani, dà il suo contributo all’Associazione Comune dei Giovani e lavora come copywriter e content manager nel mondo del marketing dal 2013.

COMMENTO:

Quando ho iniziato a leggerlo sono rimasta molto colpita dal fatto che i dialoghi tra le persone fossero in poesia e forse non ne ero completamente convinta. Però andando avanti con la storia devo dire che questo ha reso la storia ancora più interessante.
La storia è molto semplice però ti trasporta in questo mondo in cui ormai gli uomini hanno perso la fede nella Scelta ma soprattutto sono diventati avidi e vogliono più ricchezze.
La storia si incentra in Va-Ril un uomo buono che però da sempre è stato escluso dalla sua comunità a causa della morte della madre durante la sua nascita; lei è stata l’unica a morire in molti anni.
Va-Ril è uno dei pochi a essere rimasto buono ma soprattutto a credere fermamente nella Scelta e in Orn la madre dei primogeniti. Proprio per questo la Scelta e Orn lo scelgono per un grande compito ma purtroppo gli uomini che dovrebbero ascoltarlo decidono di credergli troppo tardi.

Questa è una storia d’amore, di sofferenza di fede ma soprattutto di un uomo che pur di salvare la sua famiglia farebbe qualsiasi cosa.
Gli ultimi capitoli sono stati davvero strazianti, ho sentito anch’io il dolore di Va-Ril  e ho sofferto insieme a lui.

Lo stile di scrittura di Paolo Battaglia è molto fluido ma soprattutto colpisce il fatto che sia riuscito ad intrecciare la poesia con il fantasy, così da creare un mondo davvero fantastico.

Se vi piace come scrivo, cliccate QUI per andare sul mio blog.

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.