Il calendario di Natale: recensione del nuovo film natalizio di Netflix (Spoiler)

Lo scorso 2 novembre Netflix ha aperto la stagione natalizia rilasciando Il calendario di Natale, una commedia natalizia romantica diretta da Bradley Walsh e che vede nei panni della protagonista Kat Graham, la Bonnie Bennett di The Vampire Diaries.

Il film segue le vicende di Abby Sutton, una fotografa con grande talento  ma che non ha il coraggio di realizzare i suoi sogni e passa le giornate a fare foto a bambini seduti sulle gambe di Babbo Natale. I suoi genitori vorrebbero che lasciasse la fotografia per entrare nello studio legale dove lavorano suo padre e sua sorella maggiore. L’unico a sostenere le scelte di Abby è suo nonno, rimasto vedovo, con cui la protagonista ha un forte legame.

Proprio il nonno, poche settimane prima di Natale, le regala un vecchio calendario dell’ Avvento appartenete alla nonna defunta di Abby. Alla mezzanotte di ogni giorno, una finestra del calendario si apre e rivela al suo interno un giocattolino che sembra anticipare il futuro.

Abby è inizialmente scettica, ma inizia a cambiare idea quando un abete finisce davanti la sua auto lo stesso giorno in cui nel calendario aveva trovato un albero di Natale. In quell’occasione conosce Ty Walker (Ethan Peck), un padre single che lavora come medico all’ambulatorio locale e inizia una relazione con lui, ferendo i sentimenti di Josh (Quincy Brown) ovvero il suo migliore amico segretamente innamorato di lei.

La sua relazione con Ty però non sembra essere quello che Abby cerca e finiscono per lasciarsi. Dopo la rottura con Ty, tutto sembra andare male nella vita di Abby, ma questo le sarà utile per capire che l’unica persona che vuole al suo fianco è Josh.

 Il calendario di Natale: il trailer del nuovo film Netflix!

Vale la pena vederlo?

Diciamocelo chiaro e tondo: è la classica “americanata” di sempre.

Il film, in verità, non parte male e si propone come un film senza pretese, non troppo impegnativo e che vuole solo indirizzare lo spettatore verso un mood natalizio, quindi non sarà di certo il miglior film che vedrete in queste vacanze.

Il problema, se così possiamo definirlo, sorge verso la metà del film, quando inizia la relazione tra Abby e Ty e conosciamo i sentimenti di Josh, creando l’ormai trito e ritrito triangolo amoroso che non appassiona e non intrattiene più nessuno. Inoltre, ritroviamo il cliché della protagonista che trova l’amore proprio sotto il suo naso.

Come se questo non bastasse ad abbassare la già mediocre qualità del film, i personaggi sono il trionfo della piattezza. Tutti sono monocaratteriali, privi di sfaccettature e di originalità.

Dal mio personale punto di vista, gli attori non sono così male se non Ethan Peck che sembra avere sempre la stessa espressione in ogni scena. Peccato per Kat Graham che non brilla particolarmente nel ruolo della ragazza della porta accanto, forse perché ancora abituata ad avere a che fare con i vampiri e le pratiche magiche.

L’ho trovato un film carino nonostante sia costellato dei soliti catenacci e abbia un finale prevedibile, ma non è un film da vedere assolutamente. Ve lo consiglio se volete un film semplice per un pomeriggio da passare sotto le coperte e non avete nient’altro da vedere.

 

Per oggi da Erika è tutto, al prossimo articolo!

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su

Facebook (Sara Scrive’s blog)

Twitter (Scrive_Squad)

Instagram (Scrive_Squad)

 

 

 

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su
Avatar
About Sara 381 Articles
Sara. Roma. 7 sorelle. Fangirl a tempo pieno. La leggenda narra che io sappia disegnare oltre che essere pazza per i Jonas Brothers.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.