Agents of S.H.I.E.L.D / Parliamo della 7×01

Agents of S.H.I.E.L.D. è finalmente tornato: The New Deal l’anteprima della stagione finale è andata in onda il 27 maggio. I nostri eroi si sono ritrovati in un nuovo periodo temporale e si sono immersi nell’ambientazione fisica e culturale della New York degli anni 30°. (Seguono spoiler dall’episodio 7×01 di Agents of S.H.I.E.L.D)

La partenza…

 

 

L’episodio si apre con tre cacciatori Chronicom che si danno da fare nella New York del 1931, uccidendo e rubando le facce di tre poliziotti. Nel frattempo sullo Zephyr Daisy risveglia Coulson, la cui memoria è stata caricata con i ricordi del Framework nella più avanzata tecnologia LMD. Eppure le cose non vanno come sperato perché Coulson ha difficoltà a processare gli ultimi due anni dei suoi ricordi. Intanto apprendiamo come mai lo Zephyr si è teletrasportato in quell’esatto posto e momento: i Chronicom, intenzionati a completare la loro missione di annientamento dello SHIELD, hanno involontariamente lasciato un segnale che è stato subito rintracciato da Simmons.

…l’azione…

 

 

Ed ecco che Daisy, Mack, Coulson e Deke, nei panni di quattro membri della Royal Canadian Mounted Police, si ritrovano ad investigare sull’insolito omicidio. Tra Chronicoms aggressivi, vecchie e nuove conoscenze (Koening), torture (Simmons che ci combini?), lotte di strada (che gancio Quake!) e risse di bar (Mack non deludi mai) arriviamo a scoprire che i Chromicons non sono alla caccia di Roosvelt come si credeva all’inizio, ma di un certo Freddy, un orfano membro dello staff di un bar clandestino che si rivela niente di meno che il padre di Gideon Malick colui che sarà uno dei co-fondatori dell’HYDRA.

 

…e quindi?

 

 

Ironia della sorte, il team si rende conto che per salvare lo SHIELD deve essere salvati HYDRA perché lo SHIELD è nato proprio per contrastare l’organizzazione criminale. Quindi eliminare la ragione stessa per cui è nato lo SHIELD sembra la soluzione più ovvia per i Chronicoms. Freddy sarà quindi sotto la protezione degli agenti dello SHIELD.

 

Che cosa mi è piaciuto

  • Ambientazione anni ’30 (e le sue molteplici possibilità narrative)
  • Il ritorno di Patton Oswalt come Koening
  • Il ritorno di un Coulson tanto perfezionato fisicamente quanto in conflitto psicologicamente
  • Daisy che mette al suo posto il poliziotto che la voleva maritata
  • May che esce dalla capsula con un’espressione totalmente Mayesca
  • Deke che sembra un tantino più integrato nel team
  • Yo-Yo che si è montata un paio di nuove braccia con cui finalmente sarà in grado di sentire.
  • La presenza di Enoch.

 

Che cosa non mi è piaciuto

  • L’assenza di Fitz. Con il cliffhanger della scorsa stagione e le parole di Simmons potevamo intuire che Fitz non sarebbe stato presente in questo passato, perlomeno non all’inizio. Eppure la sua mancanza si è sentita e non poco. Speriamo che alla fine di tutto Simmons e Fitz possano finalmente trovare un po’ di pace.
  • May che non è stata in giro a spaccare cu- (ehm) sederi per tutto l’episodio. Immagino che recupererà nei prossimi.

 

E a voi invece cosa è piaciuto (e cosa no) della 7×01 di Agents of S.H.I.E.L.D? Non perderti i recap di Cose di Serie!

Fatecelo sapere nei commenti!

Intanto vi lascio il promo della 7×02, intitolata Know Your Onions.

 

 

 

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.