Un anno nella Scrive Squad – la mia esperienza

scrivere per un blog

Il 27 maggio compio un anno nella Scrive Squad, il nostro bellissimo gruppo di ragazze e ragazzi di varie età riuniti per scrivere delle loro passioni. Un anno passa presto eppure, se mi guardo indietro, mi sembra di aver compiuto centinaia di passi avanti. La mia avventura nel blog è iniziata un po’ per sfida contro me stessa: timida da sempre ho deciso di anno in anno di mettermi sempre più in gioco e di sfidare i miei stessi limiti. Se mi avessero detto che a 20 anni avrei deciso di scrivere per un blog non ci avrei mai creduto, nemmeno sotto tortura. E invece, eccomi qui, a tirare le somme del primo anno nel blog, con l’augurio che ne seguano tanti tanti altri. 

Come è iniziato tutto… 

Ho conosciuto il blog di Sara per caso mentre cercavo esperienze di qualcuno che avesse incontrato Lino Guanciale visto che mi apprestavo ad andare a vederlo a teatro per la prima volta. In breve tempo ho trovato questo articolo di Sara stessa in cui parla del suo incontro con Guanciale e Mastronardi sul set de L’allieva 2. Da lì, poi, ho iniziato a frequentare sempre più assiduamente il blog per scambiare opinioni in merito a La porta rossa 2 sotto gli articoli delle recensioni sempre ad opera di Sara. Da cosa nasce cosa, come si suol dire, e un bel giorno di aprile dal ritorno dall’università mi sono detta: perché non provarci? Perché non mettere le mie passioni nero su bianco e permettere agli altri di leggere ciò che ho da dire? E così ho mandato un’email a Sara (potete farlo anche voi per unirvi alla Scrive Squad!), la quale ha accolto con immenso piacere la mia proposta e…beh, il resto è storia! 

Perché scrivere per un blog? 

Il primo motivo è il più banale di tutti: per mettersi in gioco. Questo è il motivo che ha spinto me a lanciarmi verso l’ignoto di una nuova avventura e, sono certa, è lo stesso motivo che spinge molte persone a fare salti nel buio. Mettersi in gioco è fondamentale nella vita, non si può andare né avanti né indietro senza sperimentare, senza cercare un punto oltre la siepe verso cui tendere. Il secondo motivo è: per imparare a scrivere meglio. Non sto dicendo che scrivere per un blog equivale a diventare degli scrittori eccellenti, giammai! Sto dicendo che scrivere con costanza permette di capire cosa limare e cosa no nel proprio modo di scrivere. E, se state pensando che odiate scrivere da sempre, non avete mai provato a scrivere di qualcosa che amate. A me fare i temi in classe non è mai piaciuto, eppure scrivere per questo blog è uno degli hobby più belli che potessi trovare: le parole scorrono tranquillamente dalle dita alla tastiera e non trovo alcuna difficoltà a scrivere di ciò che mi piace. Il terzo e ultimo motivo non è un vero e proprio motivo ma è più una spinta generale: perché la vita è una. Quante volte l’avete sentito dire da chiunque? Milioni, immagino. Anche io l’ho sentito e probabilmente l’ho anche detto a qualcuno ma solo interiorizzandolo ho compreso il significato più profondo. Buttatevi, non abbiate paura, provare e sbagliare fa parte della vita, cadere e rialzarsi anche, non fatevi mai abbattere. 

E voi avete mai covato il desiderio di scrivere per un blog delle vostre passioni? 

Ilaria 

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su
Ilaria
About Ilaria 109 Articles
Sono una studentessa universitaria appassionata di teatro e di recitazione in generale ma anche di tennis.

2 Commenti

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.