Recensione: Attenti a quelle due

Ciao ragazzi! Oggi vi darò la mia opinione su Attenti a quelle due, film del 2019 e remake “al femminile” del film del 1988 Due figli di…, diretto da Frank Oz.

Trama

Josephine Chesterfield (Anne Hathaway) è un’inglese affascinante e seducente con una casa a Beaumont-sur-Mer e un debole per le truffe ai danni di uomini facoltosi e creduloni provenienti da ogni angolo del mondo. Nel suo ordinato e ricco universo, irrompe Penny Rust (Rebel Wilson), un’australiana tanto pasticciona e disordinata quanto Josephine è calcolatrice e astuta. Se da un lato Penny accumula contanti raggirando le sue prede nei bar di quartiere, dall’altro Josephine riempie la sua cassaforte di enormi diamanti abbindolando le sue vittime in sfarzosi casinò. Nonostante i loro metodi così diversi, entrambe sono delle abilissime maghe della truffa, fino a decidere di sfidarsi per dimostrare chi è davvero la più brava!

 

Il mio commento

Lo dico subito: è un film da vedere una volta insieme agli amici. Il fatto è che non è un film memorabile perchè non c’è niente di spiacevole ma neanche qualcosa di non banale. Rebel Wilson, per quanto divertente, dopo un po’ scoccia con le solite battute e in Anne Hathaway finisce per interpretare un ruolo anonimo e troppo stereotipato.

La storia delle due truffatrici è abbastanza simpatica e alla fine SPOILER c’è un bel colpo di scena FINE SPOILER però, se dovessi tornare indietro con la memoria, c’è ben poco da ricordare.

La regia è anonima, in contrasto con una buona sceneggiatura fedele all’originale.

Il film comincia molto lentamente, soprattutto nella prima parte, cosa che non fa capire subito quale sia l’intento del film: imparare ad accettare se stessi e non nascondere le proprie insicurezze dietro una maschera.

Voi cosa ne pensate?

 

Qui Sara Scrive, passo e chiudo!

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su
Avatar
About Sara 330 Articles
Sara. Roma. 7 sorelle. Fangirl a tempo pieno. La leggenda narra che io sappia disegnare oltre che essere pazza per i Jonas Brothers.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.