Lavorare per maleducati

Quando c’è mancanza di rispetto, non importa quante scuse puoi accampare: sei un maleducato. Noi lavoratori dovremmo pretendere il rispetto e non farci mettere i piedi in testa dagli altri.

Ovviamente non sempre è facile, soprattutto se di carattere si è tendenti al cercare di evitare le discussioni.

Già qui  vi avevo raccontato le mie disavventure con tutti quei soggetti che – per quanto riguarda il mio mondo del disegno – non si fanno scrupoli a rovinarmi la giornata sottostimando il mio tempo.

Oggi invece vorrei parlarvi di altri episodi spiacevoli che riguardano soprattutto me come blogger.

Le interviste

Molti sanno che mi chiamo Sara Scrive, ma che il mio talento più grande è il disegno. Quello che però io specifico sempre è che anche se tutti preferiscono i miei disegni ai miei articoli, io preferisco raccontare, scrivere, piuttosto che disegnare, perchè scrivere mi aiuta a sfogarmi e palare di più di me stessa (come è anche un po’ ovvio che sia).

Però non credo di essere così brava a scrivere e soprattutto non avendo un talento innato per la scrittura + il fatto che la gente preferisce vedere cose piuttosto che leggere, fa si che il mio blog e tutti i miei lavori di scrittura non abbiano così tanta visibilità come i miei disegni.

Questo non mi consente (speriamo solo al momento) infatti di collaborare con artisti più grandi ed interessanti di me per delle interviste. Quindi spesso nelle mie rubriche mi sono ingegnata cercando di pubblicare esperienze di gente comune, di analizzare i sondaggi che i miei followers si sono prestati a compilare e anche a mandare richieste e inviti a piccoli influencer (ero in buona fede quando l’ho fatto).

E sì, ero in buona fede quando ho avuto ogni iniziativa perchè sono una persona ottimista e cercavo di zittire quella parte del mio cervello che riusciva a prevedere che ci sarebbero state persone che non avrebbero rispettato le scadenze, che avrebbero risposto ai sondaggi in maniera falsa, che non avrebbero risposto ai miei messaggi.

La mancanza di professionalità da parte di un utente qualsiasi sul web ci sta, ma non riesco proprio a concepirla per quanto riguarda influencer, blogger e youtuber. Gente che stimavo sul serio per i contenuti che creava, che non si degna nemmeno di rispondere alle mail o ai messaggi diretti. Sul serio. Parliamone. Avete dei numeri che fanno ridere e non importa se siete bravi in quello che fate, dovete portare rispetto a chi si interessa a voi. Se non scendete dal piedistallo prima o poi la vostra carriera si interromperà.


E questo sfogo riguarda in particolare una web star che contattai nel Maggio scorso per chiedergli un’intervista. Questa persona accettò di lavorare con me e nel giro di pochi giorni mi spulciai tutti i suoi lavori per elaborare una quindicina di domande.

Invio l’intervista e attendo. Dopo un po’ questo ragazzo a Settembre mi contatta per dirmi che era molto impegnato, ma nonostante questo non aggiornava il suo canale e sui social continuava a postare stronzate. Passano i mesi e questa persona non si  degna di rispondermi. Continua a postare sui social tutte le feste a cui partecipa, gli artisti famosi che incontra al festival di Venezia etc… come se non bastasse qualche settimana fa lo incontro durante la Festa del Cinema di Roma al premio alla carriera di Martin Scorsese mentre in maniera penosa tenta in tutti i modi di farsi una foto con il maestro.

Lui di persona non mi conosce, quindi non ha capito che la ragazza che è riuscita a farsi fare l’autografo sul ritratto di Scorsese sono io, che a Maggio gli chiesi l’intervista, ma io a lui l’ho riconosciuto eccome. Sto pezzente. E menomale che lo stimavo e ho perso pure tempo a preparare un articolo per fargli pubblicità ed elogiare il suo lavoro.

Andasse a farsi *****

Anche i ragazzi che mi seguono sono del mio stesso parere, e nel caso questo qui si facesse risentire dopo mesi ecco cosa mi hanno suggerito i miei followers:

E niente. Adesso che mi sono sfogata mi sento meglio.

I disegni

Eh sì, stavolta vi racconto brevemente di due idioti che ho conosciuto su twitter nel 2014, quando ancora vendevo i disegni, che mi commissionarono entrambi dei ritratti e che una volta finiti uno dei due decise di non pagarmi e lasciare a me il disegno, l’altro invece provò a ritirare il bonifico una volta che gli scrissi che avevo spedito il disegno.

Che bella gente vero?

Oppure il fidanzato di una certa attrice tempo fa mi implorò di fare un disegno per la sua ragazza e questo, come gli spiegai, implicava il fatto che  io – per incastrare tutti i miei impegni – dovessi sospendere tutti i lavori a cui mi stavo dedicando per realizzare un “disegno montaggio” di alcune persone care alla famiglia di questo ragazzo e della sua fidanzata famosa. Mi disse che non me ne sarei pentita e che mi ringraziava molto, così io per alcune settimane evitai di iniziare nuovi disegni e progetti che mi portassero via tempo nell’attesa di ricevere il materiale di questo tizio.

Risultato? Questo qua è sparito e l’ultima cosa che mi è scritto è stata a Settembre 2018 dicendo “Don’t Worry, I’ll send you more information soon”

Questo soon per alcune persone vedo che è un concetto astratto e molto a libera interpretazione.

Si, potrei farvi i nomi di questi cafoni, ma evito di farlo perchè mi sembra troppo eccessivo. Non ho nulla da dimostrare, non mi serve postare gli screen delle chat. Volevo solo sfogarmi e grazie per aver letto fino a qui.

Voi cosa ne pensate? Qualcuno ha mai sminuito il valore del vostro tempo e del vostro operato? Fatemi sapere

Qui Sara Scrive, passo e chiudo!

Se questo articolo vi è piaciuto e volete rimanere aggiornati sul mondo dello spettacolo con news, recensioni e interviste potete seguirmi su Twitter@Sara_Scrive, lasciare un like su FacebookSara Scrive ! Oppure se volete ricevere tutti gli aggiornamenti sui miei post potete iscrivervi al gruppo Facebook : Sara Scrive’s Blog o seguirmi su Instagram per vedere tutti i miei disegni (@sara_scrive) !

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su
Avatar
About Sara 346 Articles
Sara. Roma. 7 sorelle. Fangirl a tempo pieno. La leggenda narra che io sappia disegnare oltre che essere pazza per i Jonas Brothers.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.