La meravigliosa signora Maisel | Recensione

La fantastica signora Maisel (The Marvelous Mrs. Maisel) è una serie televisiva statunitense creata da Amy Sherman-Palladino per Amazon Studios, che la trasmette dal 2017.

Trama


Miriam “Midge” Maisel  (doppiata in italiano da Valentina Favazza)è una casalinga ebrea che vive a New York nel 1958. Suo marito Joel tenta, con scarso successo, di esibirsi come comico. Midge aiuta Joel fornendo dei feedback positivi sui suoi spettacoli. Una sera, guardando uno show comico in televisione, scopre che Joel ha rubato una battuta a Bob Newhart, Joel si giustifica dicendo che è alle prime armi, che tutti i comici rubano degli spettacoli. Una notte, dopo una prestazione sul palco particolarmente malriuscita e con in più una coppia di amici a far da spettatori, Joel confessa a Midge che ha una relazione con la sua segretaria e la lascia. Midge va dalla sua famiglia per chiedere sostegno, ma riceve soprattutto critiche per la sua scelta di aver sposato Joel. Dopo essersi ubriacata, Midge torna nel Comedy Club dove Joel si esibiva di solito, improvvisa uno spettacolo su quanto fosse accaduto quella sera che riscuote immediati applausi e, in preda ai fumi dell’alcool, mostra il seno a dimostrazione di quanto sia ancora una donna attraente. Viene immediatamente arrestata e portata in carcere per atti osceni in luogo pubblico. La mattina seguente, al suo rilascio, incontra il comico Lenny Bruce, anch’egli in fase di scarcerazione. Bruce avverte Midge che l’ambiente della comicità è tremendo, ma Midge prende la sua opinione come un incoraggiamento e si riunisce con Susie, una dipendente del Comedy Club, per affinare il suo pezzo comico.

Commento

Serie tv comica, che a me non fa ridere per niente (perchè il tipo di comicità è distanze per me sia nel tempo che nello spazio). Ma allora perchè non riesco a smettere di seguirla?

Perchè è una storia originale, fresca e curata nei minimi dettagli. La regia si impegna a rendere ogni particolare perfetto. Sia per quanto riguarda la veridicità storica, sia per il resto della messa in scena.

I personaggi sono tutti ben approfonditi, diverse personalità che si intrecciano tra loro e creano situazioni interessanti come il rapporto genitore figli tra Midge e i suoi, o Midge e Joel, o Midge e Susie. Insomma un punto forte della serie di Amy-Sherman sta nel fatto che non si limita a raccontare l’esperienza di Midge. E la serie finisce cosi per raccontare anche il panorama sociale di quegli anni.

Cosa ne pensate? Avete visto la signora Maisel?

 

Qui Sara Scrive, passo e chiudo!

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su
Avatar
About Sara 379 Articles
Sara. Roma. 7 sorelle. Fangirl a tempo pieno. La leggenda narra che io sappia disegnare oltre che essere pazza per i Jonas Brothers.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.