La casa sul lago del tempo #LaScriveSquadConsiglia

La casa sul lago del tempo (The Lake House) è un film del 2006 diretto da Alejandro Agresti e interpretato da Sandra Bullock e Keanu Reeves, che recitano insieme dopo 11 anni dalle riprese della pellicola Speed. È un remake di Si-wor-ae, girato nel 2000 dal regista coreano Hyun-seung Lee.

E se ti innamorassi di qualcuno che non hai mai incontrato ?

Alla Scrive Squad abbiamo avviato una specie di Club del Film e oggi il nostro gruppo cinefilo vi propone La casa sul lago del tempo. Di seguito alcuni commenti dei membri della Squad che hanno preso parte a questo piacevole scambio di opinioni.

Speriamo di coinvolgere anche voi e di consigliarvi la visione di un buon film.

La Scrive Squad

“Un film struggente, una vera e propria lotta contro il tempo che sembra non avere fine. I due personaggi si innamorano, ma questo amore è irrealizzabile. La distanza che si frappone tra i due innamorati e la loro felicità è una distanza temporale, impossibile da colmare. I protagonisti per tutta la durata del film cercano di rincorrere l’attimo, quell’unico istante che li faccia sentire vivi e felici, ma esso è sempre nel futuro o nel passato, mai nel presente. Ecco dunque che emerge il maggiore nemico degli uomini: il tempo. Esso è al di fuori del controllo dei personaggi e li ostacola dall’inizio alla fine del film. La colonna sonora e l’atmosfera surreale contribuiscono a creare un vero e proprio capolavoro del cinema. Tutte le azioni convergono poi nel drammatico finale, lasciato aperto per una libera interpretazione.”

Veronica

“Remake di “Si-wor-ae”, film coreano del 2000 questo film purtroppo pecca in patinatura, recitazione, regia e sceneggiatura. I personaggi del film originale avevano lavori normali, uno era architetto ma muoveva le mani con gli operai mentre l’altra lavorava in una biblioteca di manga, nel remake americano lei è medico e lui è architetto (ma non ci si sporchi le mani per carità). Il messaggio che passa dunque è che se non sei pieno di soldi l’amore non fa per te. Maledetti americani. Altro punto a sfavore è Sandra Bullock che come al solito quando deve piangere si mette i capelli davanti al viso, mi viene l’orticaria solo a parlarne, chiudiamo qui il capitolo Sandra Bullock. Keanu Reeves è meglio che faccia John Wick e Matrix che con il sentimentale non va bene. Poi tutto questo pregio a una palafitta ossidata io non so, ma un bello chalet in riva al lago non andava bene? Non mi addentro nella sceneggiatura perché se qualcuno lo volesse vedere farei spoiler però è veramente raffazzonata e avevo già capito tutto all’inizio. Fotografia da rivista di moda talmente patinata che sembra che siano tutti perfetti quando la vita e soprattutto l’amore non lo è ed è proprio questo il bello! Quando si prende un soggetto orientale bisogna mantenerne vivo lo spirito ma gli americani non sono in grado di farlo ed ecco che esce l’anti “i ponti di Madison County” (quello sì che è un film sentimentale fatto bene) che vorrebbe trasmettere sentimento ma a me ha trasmesso solamente rabbia per il non rispetto dell’opera originale citata anche maldestramente in un punto del film (in “Si-wor-ae” la casa si chiama “il mare”). Io ho detto la mia, poi sta a voi decidere se guardarlo o meno.”

Lorenzo

“La casa sul lago del tempo è un film con protagonisti Keanu Reeves e Sandra Bullock. Per inquadrarlo in un genere cinematografico possiamo dire che rientra nel drammatico e nel sentimentale, ma si parla anche di viaggi nel tempo. Il film si concentra sulla storia d’amore fra Kate e Alex che non si può certo definire comune. I due infatti si innamorano senza essersi mai visti, l’amore nasce grazie a delle lettere che i protagonisti si scambiano, ma c’è anche un’altra particolarità. Alex e Kate non vivono nello stesso arco temporale ma sfideranno il destino e faranno di tutto per incontrarsi. Consiglio assolutamente questo film a chi vuole una storia d’amore carina e originale, state certi che non vi deluderà.”

Noemi

“Come non amare e non guardare questo film?
È il mio film di sempre, il mio preferito. Quello che mi fa sognare, che ferma il tempo per un istante, che mi ferma, poi mi fa ripartire, mi regala quell’istante di magia. Chiudo gli occhi, sono sulla casa sul lago, li riapro, respiro. È tutto così bello. Semplice. Speciale. Magico. Senza troppe parole. Con tanti silenzi. Ed è questo che rende tutto incantevole.
Questo film è ciò che tutti sognano. Ma è anche ciò che vorremmo non ci accadesse mai. Restare in attesa di qualcosa che è destinato a noi e non sapere se ci raggiungerà. Può risultare stancante. Faticoso da affrontare. Ma molte volte i segnali sono chiari e il coraggio trova la forza di farsi avanti, di emergere, se si è certi di ciò che si vuole. E l’universo lo sa, il tempo lo sa. Sa che se due anime sono legate dal famigerato filo rosso dell’amore, nulla può mutare. E l’amore giusto trionfa sempre. E si realizza.”

Teresa

“Una storia d’amore non convenzionale e che sfida letteralmente il tempo. Fin dall’inizio del film tra Kate ed Alex si crea un legame forte, pur non essendosi mai incontrati i due sono più vicini di quanto possano immaginare. Ma come per ogni cosa bella nella vita bisogna saper aspettare, e questo aspetto viene sottolineato più volte nel film. Non bisogna accontentarsi di qualcosa solo perché possiamo averla subito, per avere ciò che rende davvero felici vale la pena aspettare il momento giusto, ed è proprio ciò che faranno i due protagonisti.
Se siete dei romanticoni vi consiglio vivamente questo film perché vi cattuterà e vi farà sognare.”

Anna

“Prima della visione di questo film avevo già visto il duo vincente formato da Sandra Bullock e Keanu Reeves in “Speed” del 1994, ma in questo film sono ancora meglio.
Questo film mi é piaciuto molto per vari motivi. Uno di questi è il suo mix di generi, la pellicola é di tipo romantico con un pizzico di fantasia, ma nonostante i film rosa non siano il mio genere, la regia è riuscita a mischiare due generi solitamente opposti che crea un mix perfetto di amore drammatico.
Si vede un Keanu Reeves umano che mostra la bellezza dell’attesa attraverso ricordi e frasi di Dostoyevsky.
Credo che questo film sia per tutti quelli che cercano, come me, un qualcosa in più nel genere romantico.”

Sylvia

“La casa sul lago del tempo è un film abbastanza particolare per la sua trama intricata che cerca sia di trasmettere una riflessione sul tema dell’attesa ma anche di rendere originale una storia sentimentale. Il tentativo a mio avviso riesce a metà: molto spesso mi sono ritrovata confusa perchè non ho capito, o non sono riuscita a cogliere, i meccanismi del viaggio temporale tra i due amanti.
INIZIO SPOILER – Stavano riscrivendo il passato o era il passato che, in parte riscritto, assume un significato diverso per la protagonista una volta lette le lettere? Sicuramente non me lo spiego, così come non mi spiego come, alcune cose fossero ancorate ai suoi ricordi e altre meno. Se lei ricordava di aver baciato una persona alla sua festa di compleanno, come poteva non ricordarsi il volto di quella persona quando ha soccorso l’uomo dell’incidente? FINE SPOILER
Keanu Reeves è ok, ma Sandra Bullock sempre un po’ monoespressiva, come se si stesse scocciando per tutto il film. Visto in Italiano, stona un po’ con la voce della doppiatrice.
Ho visto a posteriori che il film è un remake. Per avere una visione a tutto tondo del film, dovrei paragonarli. Per adesso darei 3 su 5. La scena finale vi farà battere il cuore.”

Sara

Un punto a favore di questo film è che ha come protagonista Sandra Bullock, una delle attrici più brave e talentuose a mio parere. Una pellicola romantica dai tratti drammatici. La loro storia colpisce, fa innamorare lo spettatore, ci si sente in empatia completa con la storia. Le linee temporali diverse che sono alla base della trama logorano chi guarda. È un po’ come quella sensazione di avere vicino qualcosa, di esserci ad un passo… ma che non puoi toccarla perché è allo stesso tempo lontana anni luce. Si parla di desiderio, di attesa, di speranza. Ecco, La casa sul lago del tempo è un film che parla più che altro dell’amore dell’attesa. Quell’aforisma che dichiara “l’attesa del piacere è essa stessa il piacere” ne è la dimostrazione. Il loro è un amore che si costruisce mano a mano, solo quando entrambi sono pronti per vivere quel tipo di Amore.
L’unico neo che trovo in questo film è il finale. Penso che non abbia reso al massimo la potenza emotiva che invece si nasconde in quegli istanti. Potevano dedicarci un pò più di tempo, quello sì. Questo però non nasconde la bellezza che il film si porta dietro.”

Chiara

“film molto coinvolgente. La storia non è banale, non tratta la classica commedia romantica ma pone dei quesiti sul destino, su tempo e spazio, su cosa accadrebbe se? E se invece non avessimo agito così, cosa sarebbe accaduto? La coppia keanu Reeves e sandra Bullock si conferma sempre una coppia vincente, fanno emozionare insieme e non si può fare a meno di far partire la ship per loro anche nella vita reale, ogni volta che condividono il ruolo di protagonisti sul grande schermo. Film consigliatissimo se si cerca un po’ di romanticismo senza banalità”

Luana

Questa era la nostra recensione di La casa sul lago del tempo. Speriamo vi piaccia! Fateci sapere cosa ne pensate!

 

La Scrive Squad

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.