How to get away with murder 5×02 – 5×03: Recensione

Salve, questa è la recensione delle puntate 5×02 e 5×03 di How to get away with murder. Per leggere la recensione della prima puntata trovate il link alla fine della pagina.

Nella puntata precedente ci siamo lasciati con due interrogativi principali, se il figlio di Bonnie è vivo, dove si trova? È Gabriel Maddox? E chi è la persona morente sulla neve?

Inizio subito dicendo che in queste due puntate a parer mio si raggiunge un livello di trash che Shonda non ha mai toccato prima d’ora in nessuna delle sue serie, da far concorrenza solo a Marlene King. Ma andiamo con ordine.

Attenzione: SPOILER!!!

La 5×02 inizia con Bonnie che incarta i giochi del piccolo Christopher insieme a Frank, che sta cercando di metabolizzare la rottura con Laurel. Nel frattempo continua a dilettarsi spiando Gabriel Maddox. Lo avvicina al campetto di basket, per tentare di clonare il suo cellulare, ma senza successo, visto che possiede un telefono a conchiglia, impossibile da clonare. Allora decide di sedurre la coinquilina di Gabriel (e sappiamo quanto Frank sappia essere seducente se lo vuole), per convincerlo a mandarlo via di casa. Il piano ha successo, e Frank riesce a far traslocare il ragazzo nel vecchio appartamento di Rebecca. Da questo momento Maddox è diventato vicino di Asher, ed è sorvegliato da Frank attraverso delle telecamere preinstallate da lui nell’appartamento.

frank corrompe l’inquilina di Gabriel per mandarlo via

Nel frattempo Annalise, dopo aver finalmente comprato casa, segue il primo caso della sua class-action. Una donna musulmana omosessuale, accusata dell’omicidio della moglie. Il primo difensore è Michaela, che come sempre si distingue dagli altri per strategia, studio e intelletto applicativo, ma che pecca di superbia, mancanza di empatia, e tende a leccare i piedi a chiunque sia suo superiore in quel momento. La vediamo infatti continuare a tentare di riappacificarsi con Tegan, la quale non vuole avere più nulla a che fare con lei. I ragazzi lavorano al caso giorno e notte, e Laurel ha qualche problema con Christopher, e chiede a tutti di farle da baby-sitter, mentre cerca di trovare un asilo nido. Alla fine ottiene il nido per dipendenti da “Caplan & Gold”, facendo ricadere la colpa sugli avvenimenti della stagione scorsa, che hanno causato per lo studio milioni di dollari di perdite dovute all’arresto di papà Castillo, su sua madre, togliendo in questo modo dai guai anche Tegan. Lo studio fa pressione anche su Annalise, affinché segua anche casi fruttiferi per l’azienda, e non solo pro-bono.

Nel frattempo Nate continua ad indagare sul figlio di Bonnie, e spunta fuori una foto di una ragazza con un bambino in braccio. La puntata si conclude nel solito modo, sulla neve Bonnie raccoglie Christopher, e si precipita in bagno a lavarsi, dove viene sorpresa da Michaela. In queste ultime immagini capiamo alcune cose:

  1. tutto avviene il giorno del matrimonio di Connor e Oliver;
  2. non si tratta di Michaela, né di Laurel. La persona morta sulla neve è qualcun altro, forse Oliver.
La reazione di Michaela quando vede il sangue sulla gamba di Bonnie

La 5×03 di How to get away with murder riparte da Michaela che sorprende Bonnie in bagno, con il sangue che le cola da una gamba, e terrorizzata le chiede di chi sia. Lei freddamente le risponde di rilassarsi, che si è solo tagliata radendosi. Poi torniamo indietro di circa due mesi da questo evento, e assistiamo a Frank che controlla costantemente i movimenti di Gabriel nell’appartamento, dove lo scopre con un hard disk e della strumentazione varia, che nasconde all’interno del camino nell’appartamento. Ovviamente non appena il ragazzo esce di casa si precipita a portare via tutto.

Nate si reca da una vecchia infermiera che lavorava nell’ospedale dove avvenne il parto di Bonnie. Scopre che il bimbo nacque vivo, e che fu il padre di Bonnie a farle credere che fosse morto, facendolo poi dare in adozione. Quella stessa notte, prima del trasferimento del bimbo, il neonato scompare, e tutti diedero la colpa a suo tempo alla donna, che era di turno quella stessa notte, ma ovviamente era innocente. A quel punto Nate mostra la foto alla donna, e chiede chi fosse, mostrandole anche una foto di Bonnie da giovane. La donna ammette che fosse lei.

la foto mostrata da Nate all’infermiera

Annalise accetta il caso di Caplan&Gold di un riccone accusato dell’omicidio del suo socio, di un’antipatia unica, che appare colpevole principalmente a causa del fatto che ha scritto un libro per psicopatici su come uccidere e uscirne puliti. Allo studio ovviamente poco importa di questo, purchè paghi fior di quattrini, e men che meno ad Annalise che si sente distratta dalla sua class action  per affrontare questo caso.  Come sempre sfrutta i suoi studenti per ottenere prove e strategie difensive, e in queste riunioni notiamo due cose da parte di Gabriel Maddox: un certo interesse nel voler sapere chi sia Bonnie, e una telefonata ricevuta alla quale risponde con: “ciao mamma”.

Bonnie nel frattempo continua a tenere d’occhio il sostituto procuratore di Denver, che apparentemente non conosce nulla sul suo passato, e nutre dei sentimenti per lei, che inizia a ricambiare, finendoci a letto e subendo l’ennesima strigliata sul suo comportamento da parte di Annalise.

Concludiamo la puntata con il cliente di Annalise che viene giudicato colpevole nonostante le prove di innocenza, a causa del suo caratteraccio, la sua presunzione e il suo maschilismo, e torniamo al matrimonio. Nate va da Annalise a raccontare quello che ha scoperto sul figlio di Bonnie, dicendo che è stata Bonnie a portare via il bambino dopo la nascita, e mostrando la foto. In quel momento scopriamo che la ragazza non è Bonnie, ma sua sorella gemella.

andiamo Shonda, la minestra riscaldata di Marlene King ci propini? da te ci aspettavamo di meglio eh!

Siamo al momento del ballo degli sposi, Connor è al centro della pista, con il viso tumefatto, come se avesse fatto a pugni un paio di giorni prima. Oliver non si presenta, Bonnie (o sua sorella?) è nel panico, Michaela la guarda e capisce tutto.

Considerazioni: sono sempre più convinta che Gabriel sia il figlio di Bonnie, cresciuto da sua sorella, e che la stia cercando, ma credo anche che sia qui per ucciderla o farle del male, istigato dalla gemella malvagia. Shonda ha copiato la storia da Marlene king? la gemella cattiva di Spenser Bonnie sarà l’antagonista di questa stagione? Continuo a pensare che sia Oliver la persona morta sulla neve, perché quando è successo a Wes abbiamo capito che di solito è proprio la persona che ci si aspetta quella che muore, anche se non escludo che possa essere anche Bonnie. Voi che ne pensate? aspetto un feedback in proposito nei commenti.

Se vi siete persi la recensione della puntata precedente, potete trovarla QUI.

A presto, Luana_scrive.

 

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su
Luana
About Luana 11 Articles
Ciao a tutti, mi chiamo Luana, ho 27 anni e sono una grande appassionata di film e serie tv. Mi piace leggere e andare al cinema, e guardo serie tv da quando avevo 8 anni.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.