Game of Thrones 8×05- Recensione

Così come per la puntata 8×04, anche oggi andremo a commentare l’episodio tenendo in considerazione gli aspetti positivi e quelli negativi. Vi informo già che sono sempre più delusa dall’andazzo della serie tv e che andrò molto veloce su alcune cose perché non voglio polemizzare oltre il necessario. Vi dico solo che sono distrutta emotivamente.

Partiamo con l’analizzare il titolo… “The Bells”. Ma veramente? IO NON CI CREDO. Incommentabile.

Elementi positivi

  • La scena di addio fra Jaime e Tyrion. Mi è molto piaciuta questa scena di addio fra i due fratelli che tutto sommato si vogliono ancora tantissimo bene. Mi sono commossa e in quel momento ho realizzato che Jaime sarebbe morto.
  • La scena di addio fra Arya e Il Mastino. La relazione fra Il Mastino e le due ragazze Stark è una delle migliori della serie e dei libri. Mi ha spezzato il cuore quando Sandor prega Arya di lasciar perdere la vendetta contro Cersei e di scappare via e lei lo ringrazia di tutto.
  • La scena finale. Nonostante non abbia senso, la scena in cui Arya si alza dalle ceneri piena di sangue e con le lacrime agli occhi è stupenda. A mio parere il cavallo bianco rappresenta l’innocenza di Arya che ormai è svanita del tutto e lei stessa è giunta a un punto di non ritorno. Non sarà mai più la stessa ragazza di prima. È completamente distrutta ora.
  • La morte di Varys. Varys se l’è cercata, nulla da dire. Daenerys l’aveva avvertito nella settima stagione e inoltre aveva avuto altri avvertimenti anche da Melisandre e Kinvara. Tutto questo non l’ha pensato però eh quando ha deciso di tradire Daenerys.

Elementi negativi

Io non so proprio da dove cominciare. Hanno rovinato praticamente tutto. Lo sviluppo dei personaggi è completamente partito per la tangente, la trama è diventata scontata e con colpi di scena talmente assurdi da non essere credibili, le profezie non hanno più senso. Partiamo con Varys che dal nulla cerca di avvelenare Daenerys solo perché sospetta che non sia la regina giusta. La sua fine era inevitabile e si è scavato la fossa da solo.

Veniamo a sapere che Jaime è stato catturato e che è lì non per uccidere la sorella ma per salvarla. Il senso logico in tutto questo non riesco a trovarlo da nessuna parte. Stiamo parlando dello stesso Jaime che nei libri ha lasciato la sorella a morire già dopo la morte di Jeoffrey e che nella serie tv la abbandona perché pensa sia una pazza. Ma avete dimenticato la delusione e il terrore con cui guardò Cersei alla fine della sesta stagione dopo che aveva fatto esplodere il tempio? In quel preciso momento lui l’ha vista esattamente come il Re Folle. Non parliamo nemmeno della storia d’amore con Brienne che a questo punto era del tutto evitabile. La frase poi “Non mi importa della popolazione di Approdo del Re” è assurda oltre ogni limite. Ma gli sceneggiatori si ricordano che Jaime ha ucciso il re folle proprio per salvare la popolazione facendo una scelta che l’ha segnato per tutta la vita?

Parliamo poi di Euron che esce miracolato dalle acque dopo l’attacco di Daenerys e combatte contro Jaime in uno scontro che ha del ridicolo, finendo poi con il dire “Sono l’uomo che ha ucciso Jaime Lannister”. MA VAI A CAGARE. Yara poi dove cavolo è finita? E il principe di Dorne?

Cersei invece ha passato la stagione a guardare fuori dalla finestra. Fantastico. Mi aspettavo una morte epica per lei, la Cersei delle stagioni passate avrebbe fatto di tutto per non far prendere il trono a Daenerys arrivando anche ad incendiare tutto Approdo del Re con l’altofuoco. Invece no, ha avuto una morte da martire mentre Daenerys ora è un tiranno.

Jon inutile come sempre. Era l’unico che poteva far ancora ragionare Daenerys e non si è nemmeno scusato con lei per aver svelato il segreto a Sansa che poi ha portato a tutto questo sfacelo.

Arya l’inutilità in persona, ha rischiato di farsi ammazzare come una stupida. Ora ucciderà Daenerys invece di Cersei?

Parliamo infine di Daenerys. O meglio lasciamo stare perché alla fine è diventata la degna erede del padre solo perché (a detta degli sceneggiatori) è una Targaryen. Ah quindi la scusa della sua pazzia sarebbe la genetica? Che originalità complimenti. Quindi volete far diventare un personaggio così amato la villain per eccellenza per poi ucciderla nel prossimo episodio? Io mi rifiuto di trovare risposte a tutto questo.

Da Noemi è tutto. Ho finito con la mia invettiva. Vi ricordo che potete seguirmi su twitter (@arawynshope). 

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su
Avatar
About Noemi 20 Articles
Sono Noemi, una studentessa universitaria di 21 anni. Amo gli animali, viaggiare e scoprire nuove culture. Due delle mie più grandi passioni sono quelle del cinema e della letteratura, proprio per questo mi piacerebbe condividerle con voi.

5 Commenti

  1. Sono felice che qualcun altro si sia accorto che Varys voleva avvelenare Danerys: credo che alla maggior parte degli spettatori sia sfuggito.
    Condivido le tue perplessità, anche se a molte apparenti incongruenze, a ben guardare, credo si possa trovar spiegazione. Il peggior difetto dell’episodio è proprio questo: tutto dovrebbe apparire chiaro, e non lasciar a chi guarda il compito di elaborare teorie per rendere plausibile ciò che ha visto.
    Ma gli “Immacolati” si riproducono per mitosi? Parevano ridotti a un centinaio la settimana scorsa e dal trailer della prossima puntata sembrano di nuovo tentissimi!

  2. Che poi, se l’ottava stagione è così deludente, perchè aspettare il prequel di GOT? Non c’è nemmeno gusto a vedere come inizia tutta la saga se poi termina in modo aberrante. (a parte il gusto di vedere Toby Regbo in azione)

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.