“Folklore”: il significato delle tracce del nuovo album di Taylor Swift

“Folklore” è il nuovo album della famosissima cantautrice Taylor Swift, pubblicato il 24 Luglio 2020. La cantante afferma di aver composto l’album durante il periodo di isolamento dovuto alla pandemia di COVID-19. Taylor infatti ha pubblicamente detto di aver inserito nell’album capricci, sogni, paure e riflessioni.

The 1

“The 1” è la prima traccia di “Folklore”. La canzone è piena di nostalgia e malinconia, e permette a Taylor di immaginare una vita diversa, nella quale il suo desiderio passato di trascorrere la vita con un suo ex ragazzo si è avverato.

“And if my wishes came true
It would’ve been you
In my defense, I have none
For never leaving well enough alone

But it would’ve been fun
If you would’ve been the one.”

“E se i miei desideri diventassero realtà
Saresti stato tu
In mia difesa, non ne ho nessuna
Per non essermene mai andata da sola abbastanza bene
Ma sarebbe stato divertente
Se tu fossi stato l’unico.”

Alla fine però Taylor si abbandona alla consapevolezza che il passato non si può modificare, e che nonostante tutto non potrà mai sapere come sarebbe andata.

“I guess you never know, never know
And it’s another day waking up alone”

“Suppongo che non lo saprai mai, non lo saprai mai
Ed è un altro giorno in cui ci svegliamo soli”

“I persist and resist the temptation to ask you
If one thing had been different
Would everything be different today?”

“Insisto e resisto alla tentazione di chiederti
Se una cosa fosse stata diversa
Oggi sarebbe tutto diverso?”

Cardigan

“Cardigan” è il secondo singolo dell’album, ed è la prima canzone che introduce la trama del “triangolo amoroso”, raccontata dal punto di vista di Betty. La cantante ha infatti spiegato:

Ci sono tre canzoni che si riferiscono ad un triangolo amoroso tra adolescenti. Queste tre canzoni esplorano il triangolo dalle tre prospettive delle persone coinvolte, in momenti diversi delle loro vite.

“Chase two girls, lose the one
(…) I knew you
Tried to change the ending
Peter losing Wendy”

“Insegui due ragazze, perdi l’unica
(…) Ti conoscevo
Hai provato a cambiare il finale
Peter che perde Wendy”

Betty racconta la storia di questo amore finito a causa di quello che sembra essere stato un tradimento da parte del ragazzo, il quale “inseguiva due ragazze”.

I knew you’d miss me once the thrill expired
And you’d be standin’ in my front porch light

And I knew you’d come back to me”

“Sapevo che ti sarei mancata una volta finito il brivido
E che saresti stato in piedi nella luce del mio portico anteriore
E sapevo che saresti tornato da me”

Betty sa quindi che il ragazzo, che scopriremo chiamarsi James, tornerà da lei perchè sentirà la sua mancanza, ed è infatti quello che succede nella terza traccia del triangolo amoroso.

August

“August” è la seconda traccia che parla del triangolo amoroso, ed è raccontata dal punto di vista della ragazza con cui James ha tradito Betty.

La ragazza parla di un amore che non è mai stato veramente suo, consumato in fretta come una bottiglia di vino, del quale nessuno si ricorderà mai.

“But I can see us lost in the memory
August slipped away into a moment in time
‘Cause it was never mine
And I can see us twisted in bedsheets
August sipped away like a bottle of wine
‘Cause you were never mine”

“Ma riesco a vederci persi nei ricordi
Agosto è sfuggito via in un momento nel tempo
Perchè non è mai stato mio
E riesco a vederci avvolti nelle lenzuola
Agosto sorseggiato come una bottiglia di vino
Perchè non sei mai stato mio”

Betty

“Betty” è la terza e ultima parte del triangolo amoroso, raccontato dal punto di vista di James, il quale pentito decide di andare a casa di Betty.

“You heard the rumors from Inez
You can’t believe a word she says
Most times, but this time it was true
The worst thing that I ever did
Was what I did to you”

“Hai sentito le voci da Inez
Non potevi credere ad una parola di ciò che ha detto
La maggior parte delle volte, ma questa volta era vero
La cosa peggiore che ho mai fatto
É ciò che ho fatto a te”

“Betty, I’m here on your doorstep
And I planned it out for weeks now
Betty, right now is the last time
I can dream about what happens when
You see my face again
The only thing I wanna do
Is make it up to you”

“Betty, sono qui sulla tua porta
E
l’ho pianificato per settimane adesso
Betty, adesso è l’ultima volta
Che posso sognare cosa succede quando
Vedrai di nuovo la mia faccia
L’unica cosa che voglio fare
è farmi perdonare”

The last great american dynasty

La terza canzone di “Folklore” racconta la storia di Rebekah Harness, una compositrice, scultrice e filantropa nata nel 1915. Taylor paragona se stessa a questa importante donna, poichè entrambe sono state aspramente criticate ed etichettate come donne cattive, in particolare per il loro rapporto con gli uomini,

“Who knows, if she never showed up, what could’ve been
There goes the most shameless woman this town has ever seen
She had a marvelous time ruining everything”

“Chissà, se non si fosse mai presentata, cosa sarebbe potuto accadere
Ecco la donna più spudorata che questa città abbia mai visto
Si è divertita moltissimo a rovinare tutto”

My tears ricochet

In “My teras ricochet” troviamo diversi riferimenti alla morte e in particolare al momento del funerale, questa metafora ricorda la canzone “Look what you made me do”, nella quale la cantante afferma che la vecchia Taylor sia morta.

“And if I’m on fire, you’ll be made of ashes, too
Even on my worst day, did I deserve, babe
All the hell you gave me?”

“Se sto bruciando, sarai fatto di ceneri anche tu
Anche nel mio giorno peggiore, ho meritato, tesoro
l’inferno che mi hai fatto passare?”

L’inferno di cui parla Taylor sembra proprio riferirsi a ciò che le ha fatto passare Scott Borchetta, il quale ha venduto i primi sei album di Taylor a Scooter Braun, che ha odiato e bullizzato Taylor per anni.

“And I can go anywhere I want
Anywhere I want, just not home

And you can aim for my heart, go for blood
But you would still miss me in your bones

And I still talk to you (When I’m screaming at the sky)
And when you can’t sleep at night (You hear my stolen lullabies)”

“E posso andare ovunque io voglia,
ovunque io voglia, ma non a casa
E puoi mirare al mio cuore, andare per il sangue
Ma ti mancherò ancora nelle tue ossa
E ti parlo ancora (Quando urlo al cielo)
E quando
non riesci a dormire la notte (senti le mie ninne nanne rubate)”

La “casa” a cui fa riferimento Taylor nel secondo verso è la Big Machine Records, nella quale è cresciuta e alla quale ha affidato le sue canzoni, che nell’ultimo verso definisce come “ninne nanne rubate”.

Seven

“Seven” è una canzone che parla dell’innocenza dell’infanzia, che molto spesso però viene turbata. Parla infatti di un amico di infanzia di Taylor che sembrava avere una vita triste all’interno delle mura di casa.

“I think your house is haunted
Your dad is always mad and that must be why

And I think you should come live with me
And we can be pirates
Then you won’t have to cry
Or hide in the closet”

“Penso che la tua casa sia infestata dai fantasmi
Tuo padre è sempre arrabbiato e questo deve essere il motivo
e penso che dovresti venire a vivere con me
e possiamo essere pirati
Quindi non dovrai piangere
o nasconderti nell’armadio”

Epiphany

“Epiphany” è la tredicesima traccia di “Folklore” e si ricollega alla difficile situazione in cui Taylor compone l’album, ovvero quella del coronavirus. La canzone descrive la speranza di raggiungere i propri sogni nonostante viviamo in un mondo governato dal caos e dall’incertezza, facendo anche un confronto con l’esperienza da militare vissuta da suo nonno.

“Someone’s daughter, someone’s mother
Holds your hand through plastic now

And some things you just can’t speak about
Only twenty minutes to sleep
But you dream of some epiphany
Just one single glimpse of relief
To make some sense of what you’ve seen”

“La figlia di qualcuno, la madre di qualcuno
tiene le tue mani attraverso la plastica adesso
E alcune cose delle quali semplicemente non riesci a parlare
Solo venti minuti per dormire
Ma puoi sognare un’epifania
Solo un singolo scorcio di sollievo
per dare senso a ciò che hai visto”

Peace

“Peace” descrive il modo in cui è cresciuta e maturata la visione che ha Taylor delle relazioni e dell’amore in generale. La canzone a suscitato scalpore tra i fans per il presunto dissing a Kayne West:

“But there’s robbers to the east, clowns to the west”

“Ma ci sono ladri ad est, pagliacci ad ovest”

 

E voi cosa ne pensate dell’album di Taylor Swift? Scrivetelo nei commenti

Qui Veronica Scrive, passo e chiudo!

 

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su
Veronica
About Veronica 75 Articles
Mi chiamo Veronica, sono critica al punto giusto, ironica e creativa. Mi piace leggere, scrivere, informarmi e fare altre cose che la gente pensa siano inutili. Amo viaggiare e provare cose nuove, divertirmi e raggiungere i miei obbiettivi.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.