Curiosity – Skam France 3×02, recensione

respiro profondo AHHHHHH

Okay, dopo il primo momento di disagio direi che siamo pronti per la recensione del nuovo episodio di Skam France, dal titolo “Curiosity”.

Lucas alla ricerca del cognome perduto

Nella prima clip vediamo Lucas sul divano, impegnato in una intensa sessione di stalking volta a trovare sui social Elliott. La ricerca purtroppo non va a buon fine e presto Lucas viene distratto da Mika che, contro la sua volontà, lo porta a scoprire il mondo delle chat gay.

Non contento, il nostro protagonista decide che è il caso di rubare i registri di classe per scoprire il fantomatico cognome della sua crush. Tra varie peripezie riesce non solo a scoprire come si chiama, ma anche a cercarlo su google: scopre così del progetto “Polaris”. Vediamo dei frame dove il ragazzo che ha paura del buio si innamora del “ragazzo/ragazza/essere” che ha paura della luce.

La sua visione viene interrotta da Imane, che decide di restituirgli la sua erba. Vengono però interrotti dalla professoressa, cosa che dà origine ad una scenetta divertente con dei tampax.

La scena successiva è ambientata nella sala comune che le ragazze hanno in mente di ristrutturare. Lucas dà loro una mano a leggere dei foglietti contenenti i suggerimenti dei ragazzi che hanno partecipato alla riunione, per poi scappare quando vede Elliott. A questo punto, le ragazze invitano la boys squad alla famigerata festa.

A Lucas viene quindi affidato il compito di procurarsi le birre. Scopriamo così che tra poco dai rubinetti di Elliott uscirà birra e non acqua, perciò i due si recano a casa sua. Qui abbiamo la scena della vita perché, dopo essersi divisi una canna, Lucas comincia a suonare il piano e ci regala una scena che ha commosso praticamente tutti gli spettatori (e soprattutto Elliott, che è innamorato e non ci prova neanche a fingere che non sia così). Tutto sembra andare bene, insomma, fino a quando Lucas non si vede quasi buttato fuori di casa e, proprio mentre se ne va, vede Elliott che bacia una ragazza.

Alloraaaaa, ho adorato. Tutto. Tutto. Tutto. L’idea dell’amore tra una persona che ha paura del buio e una che ha paura della luce, il fatto che non riusciranno ad incontrarsi fino a quando uno dei due non riuscirà a superare la propria paura, ma che nonostante tutto si siano innamorati ugualmente; non so, penso che tra tutte le idee che avrebbero potuto utilizzare per far trovare Elliott a Lucas questa sia decisamente la migliore. Poi la scena con la prof, l’erba, Imane e i tampax l’ho amata, non vedo l’ora di poter vedere più di questa meravigliosa amicizia.

Un altro cambiamento che ho apprezzato è quello del rapporto tra Lucas e la girls squad.

Senza parlare, ovviamente, della scena a casa di Elliott. Intanto sono d’accordo con tutto il twitter quando si parla di quanto questi due siano spudorati; davvero, non ci provano neanche a far finta che non si piacciano ed è super evidente sia nella scena in cui Elliot balla e, soprattutto, quella in cui Lucas suona il piano. Ho rivisto quei due minuti qualcosa come dieci volte, ogni volta con il cuore in gola un po’ di più e, davvero, ad un certo punto ho anche pianto. La recitazione è davvero di buon livello, ho sentito il cuore di Lucas che si spezzava quando ha visto Elliot che baciava la sua ragazza.

E questo, unito a tutti i piccoli cambiamenti, la musica, la fotografia, per me gli fa avere un bel primo posto a pari merito con Druck e Skam Italia tra i remake migliori. Non vedo l’ora di vedere la 3×03! Spero che questa puntata sia piaciuta a voi tanto quanto è piaciuta a me. Se è così, fatemelo sapere con un commento!

A prestissimo,

-Alice

 

 

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su

 

Facebook (Sara Scrive’sblog)

 

Facebook page (ScriveSquad)

 

Twitter (Scrive_Squad)

 

Instagram (Scrive_Squad)

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su
Avatar
About Alice 8 Articles
Alice, 17 anni. Serie tv dipendente e topo da biblioteca. Solitamente mi faccio riconoscere perché mi dispero ad alta voce per le mie (tante) OTP non canon. Nel tempo libero mi dispero perché la mia gatta mangia troppo e frequento il quarto anno del liceo scientifico.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.