Cosa va e non va nella 8×3 de Il Trono di Spade

Ciao ragazzi! Sono sconvolta, ho visto solo ieri la puntata e anche se lascio questo compito a Sarafian e Noemi, oggi preferisco intervenire anche io, ma più per dire la mia su alcuni aspetti che recensire la trama in toto.

Cominciamo subito!

Cosa non va nella 8×3

La strategia

Hanno passato due puntate a fare dialoghi, potevano far vedere che un minimo si sforzavano per decidere qualcosa di decente invece che puntare tutto su Bran che fa da esca. Sinceramente l’ho trovata molto stupida come strategia, soprattutto perchè non contemplava altro: niente fossati, niente esplosioni con il fuoco, niente addestramento per donne e bambini. Niente di niente, solo semplici soldati che ammazzano un po’ di zombie, mentre il professor Xavier aspetta che il suo nemico per la pelle venga ad ucciderlo.

So benissimo che per evitare che la battaglia contro Cercei diventi troppo uno scontro impari era necessario che l’esercito di Daenerys e Jon si decimasse, e anche che ovviamente contro gli estranei sicuramente ci sarebbero stati un sacco di morti… Però farli morire così stupidamente…90.000 Dothraki contro un mare di morti, e dico mare perchè a me le scene in cui i morti hanno raggiunto i soldati mi sono sembrate quelle di uno tzunami.

Se sapevano che il fuoco e il vetro di drago uccidono gli estranei, perchè non hanno pensato ad una trappola di fuoco tutta intorno al castello ma molto meglio rispetto a quella minchiata di trincea di legno che Melisandre ha incendiato?

Io avrei scavato un fossato enorme e l’avrei riempito di legno e materiale esplosivo, poi appena quei maledetti zombie sarebbero arrivati dentro il fossato e avrebbero provato ad attraversarlo…BAM! La miccia si accende e quei bastardi saltano in aria! Ma no, troppo complicato…

I più deboli nelle cripte e senza addestramento

In tutti i film in cui i protagonisti devono affrontare una battaglia per difendere la propria terra, assistiamo sempre a delle scene di super preparazione strategica e addestramento di ogni singolo membro della comunità. Qui invece vediamo un’intera popolazione rinchiusa dentro le cripte con solo una ragazzina e una Lady sprovveduta fornite di una lama di vetro di drago. Assurdo. Io capisco che gli sceneggiatori avevano altro in mente, e che ovviamente i dothraki, gli immacolati e i cittadini civili non fregano a nessuno… ma almeno dai, una fine più stupida dell’altra: se i dothraki sono corsi come scemi contro la morte, coloro che dovevano essere protetti sono stati mandati in un covo di morti! Già, e qual è il super potere del nemico? Resuscitare e comandare i morti. Una scelta incommentabile, da veri mentecatti.

I draghi e Spettro

Inutili come pochi (tutti e tre), Spettro viene fatto vedere come al solito per qualche secondo, poi niente, sparisce. Riguardo i draghi, io capisco che la nebbia non gli ha fatto vedere nulla, ma davvero l’unica soluzione era quella di volare a caso in mezzo alla neve e scontrarsi a vicenda? Non potevano rimanere a proteggere Bran o salire sulle mura per incenerire gli zombie che si stavano arrampicando?

Personaggi che si teletrasportano

Allora, sarà che non c’ho capito molto per il caos della battaglia, il buio e la bufera, però mi è sembrato davvero strano che Jorah fosse in prima fila con i Dothraki e fosse l’unico a ritornare. Anche poi quando Daenerys come un genio atterra in mezzo agli estranei, lui un secondo prima era in cima alle mura a combattere e il secondo dopo, non si sa come, riesce a raggiungere Daenerys.

Stessa cosa Arya, e mi pare di aver pensato la stessa cosa di altri personaggi che appunto, non hanno avuto un adeguato raccordo di movimento.

Cose che vanno nella 8×3

Il buio

Questa è stata un’argomentazione molto discussa, ma secondo me, il fatto non è tanto che nel medioevo l’illuminazione faceva schifo e quindi gli autori  hanno puntato sul realismo storico. Forse ci può stare in parte, ma credo che la ragione principale sia stata per far venire ansia, l’ansia di non sapere cosa stia accadendo e ci sono riusciti alla grande. E’ una battaglia, illuminazione o non illuminazione, non si capisce nulla, quindi secondo me, il buio è stata una buona scelta.

Arya che uccide il re della notte

Secondo me è stato solamente un cerchio che si chiude. Chi dice che la scelta di Arya, come assassina del re della notte, sia insensata, non credo abbia motivo di lamentarsi. Melisandre infatti è stata l’espediente narrativo usato per ricordarci del percorso di Arya; citazioni su “nessuno può uccidere il Re della notte e Arya è nessuno xDxD” a parte, lei è stata addestrata per fare tutto questo e penso che questo destino fosse stato designato già da tempo. Non penso sia stata una scelta a caso giustificata dal ripescaggio di vecchie battute attribuendogli un nuovo significato. Arya è perfetta e il suo modo di uccidere il Re della notte è stato sensazionale. Capisce che gli estranei non riescono a percepirla e anche il NK, se distratto, può non accorgersi di lei… che piomba all’ultimo con un pugnale, fa finta di essere stata sconfitta e poi BAM! con la mano sinistra lo colpisce a morte!

Le morti

Le morti di questa puntata sono state giuste. Non ho neanche pianto perchè so che ognuno dei personaggi che ci ha lasciato, a partire da Tyon, ha concluso il proprio percorso di evoluzione. Ammetto che non avrei mai voluto che Ser Jorah morisse, ma è stato così, ha difeso per l’ultima volta la sua regina e poi è morto. Una morte eroica. Stessa cosa per il resto dei personaggi che si sono sacrificati per salvare qualcuno.  Dopotutto, come recita la scelta di Achille:

 «rinuncio ad una lunga vita per la gloria»

Il resto

Il resto della puntata è stato pazzesco, dalle musiche al dialogo fra Sansa e Tyrion. E’ stato perfetto e io posso ritenermi più che soddisfatta.

Vi lascio con una video recensione con la quale mi trovo molto d’accordo

 

Qui Sara Scrive, passo e chiudo!

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su
Avatar
About Sara 323 Articles
Sara. Roma. 7 sorelle. Fangirl a tempo pieno. La leggenda narra che io sappia disegnare oltre che essere pazza per i Jonas Brothers.

2 Commenti

  1. Non ho visto GOT, tranne 5 episodi della prima stagione, ma mi sono fermata a leggere il tuo commento. Non c’è una spiegazione razionale: mi è solo piaciuto come “argomenti” ciò che sostieni (forse è questo l’aspetto razionale).

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.