BOOOOOOOOOOOONE! – Shameless, recensione 9×09

Con l’avvicinarsi del fine settimana si accorcia anche l’attesa che si separa dal nuovo episodio di Shameless. Nel frattempo, vediamo insieme cos’è successo nell’ultima puntata.

Frank

Partiamo con il nostro capofamiglia che, nella scorsa puntata, aveva cercato (senza successo) di inseminare gli ovuli di Ingrid, cosa che a sua insaputa era stata poi fatta da Carl. In questo episodio vediamo lui e la terapeuta durante una visita ginecologica nella quale scoprono di aspettare non uno, non due, bensì sei bambini. La dottoressa suggerisce che almeno tre degli embrioni vengano abortiti, ma Ingrid si oppone fermamente all’idea e a nulla servono i tentativi di Frank nel cercare di convincerla.

L’uomo cerca dunque di farsi dare degli assegni per i nascituri, ma scopre che potrà ottenerli soltanto quando i bambini saranno nati. Disperato, cerca quindi di capire come farà a mantenerli.

Nel frattempo, un’azienda produttrice di alcolici ha indetto un concorso per cercare di trovare, proprio nel quartiere dei Gallagher, il volto rappresentativo della propria campagna pubblicitaria. Per fare ciò, manda dei campioni in vari bar, proponendo dei soldi a chi riuscirà a creare un cocktail partendo dal loro Barbon Loco.

Kev&V

Parte di questi campioni arrivano proprio all’Alibi, dove però, Kevin e Veronica sono impegnati a discutere di Santiago. Lei infatti insiste affinché cerchino di trovare suo zio, mentre lui, che si è già affezionato al ragazzo, non vuole farlo. Alla fine V lo convince a partire e, dopo aver girato un po’ a zonzo nella città, riescono ad arrivare al locale dove lavora clandestinamente lo zio di Santiago. Il caso vuole che un poliziotto li ascolti mentre chiedono informazioni; l’uomo viene quindi arrestato, sebbene poco dopo riesca a fuggire.

Santiago, nel frattempo, è rimasto a Chicago dai Gallagher.

Debbie&Liam

Debbie cerca a tutti i costi di guadagnare dei soldi e, allo stesso tempo, di farsi ridare quelli che ha usato per pagare l’affitto da Liam e da Fiona. Questo la porta ad avere una discussione con la sorella di prima mattina, mentre lei è sotto la doccia. La maggiore dei Gallagher le dice che ciò che Debbie ha fatto è nulla rispetto a ciò che ha fatto per loro in tutti questi anni.

Lei accetta quindi di badare a Santiago insieme a Liam.

I due ragazzi cominciano ad andare in giro e il più piccolo spiega a Santiago dei suoi problemi di soldi. Il ragazzo gli dice che a volte fare soldi può essere divertente e, presi in prestito dei mattoni da alcuni operai, i due mettono su un teatrino divertente, ma che fa anche riflettere: Liam si fa pagare un dollaro dai passanti affinché questi aggiungano un mattone al muretto davanti Santiago, che, nel frattempo, li supplica in spagnolo di non farlo.

Alla fine della giornata però, non ha raccolto abbastanza soldi per saldare il suo debito e Debbie, che nel frattempo ha cambiato la serratura alla porta, si rifiuta di farlo entrare.

Lip

Nel locale di Fiona, intanto, Lip è insieme alla famiglia di Tami, che correrà una maratona in onore della madre morta di cancro. L’ex alcolista però, ha una brutta sorpresa quando all’incontro si presenta il fidanzato della ragazza, Boone. I due a detta di lei stanno insieme soltanto perché, prima che morisse, Boone ha promesso alla madre di Tami che si sarebbero sposati.

Lip, nervoso, evita la ragazza, interrogandosi sui propri sentimenti. I due arrivano a discutere per due volte nell’arco della puntata, perché sebbene non stiano ufficialmente insieme, Lip è terribilmente geloso dei due ex fidanzati -così geloso da portarsi a letto la sorella di lei.

Carl

Carl invece è alle prese con il padre della sua fidanzata, Kelly. L’uomo infatti, ex membro dell’esercito, è molto geloso della figlia e l’ha istruita fin da piccola affinché potesse seguire la sua carriera. Lei però, stanca delle continue pressioni del padre, si ribella e per l’intera giornata ignora le sue responsabilità, stando con il fidanzato a casa Gallagher.
Qui i due hanno una discussione su Ingrid che, eccitata a causa della gravidanza, ha deciso di costruire una vision board, nella quale possiamo vedere varie foto di famiglie felici. Kelly, al contrario di Carl, ha moltissime difficoltà nel costruire la sua: la ragazza sembra confusa perché non sa se il futuro che ha sempre creduto di volere non è in realtà soltanto il futuro che vuole suo padre.

Tornando a casa, decide che l’unica soluzione è metterli entrambi alle strette: lei continuerà a studiare per entrare nell’esercito, ma potrà dormire a casa di Carl cinque sere a settimana e mangiare cibo spazzatura se e quanto vuole.

Fiona

At last but not at least, eccola qui, la nostra Fiona, che comincia la puntata mescolando una bottiglietta d’acqua con della vodka. La sua (poca) stabilità viene turbata da Ford, che si presenta a casa sua chiedendole di restituirgli i suoi attrezzi. Lei nega di averli e i Gallagher fanno fronte comune per mandarlo via.

La ragazza, che in realtà ha davvero rubato gli attrezzi dell’ex fidanzato, turbata da ciò che è successo e dall’alcol, fa una scenata sull’autobus per far sedere una donna disabile e incinta. Il suo comportamento continua anche da Patsy (perché, non contento, Ford si è presentato anche lì, offrendole dei soldi per riavere i suoi attrezzi), dove, per cercare di placarla, una delle cameriere le propone di partecipare con lei ad una lezione di boxe.

Lei accetta, ma finisce con il rompere il naso all’istruttore e rispondergli male quando lui le chiede di bere qualcosa insieme.

All’Alibi nel frattempo, Frank arriva insieme ad Ingrid e riesce a bere ben tre bicchieri di Borbon Loco, venendo così a conoscenza del concorso.

Contemporaneamente, Fiona, del tutto ubriaca, si ritrova a lanciare gli attrezzi a Ford da fuori casa, rompendo i vetri delle finestre.

La puntata si conclude con Liam e Fiona che, rimasti entrambi fuori di casa, si ritrovano a condividere una panchina fuori dall’ingresso. La più grande fa promettere al fratello che non farà mai lo stronzo con le donne e lui, pur dicendo di non essere ancora sicuro che gli piacciano le ragazze, promette che non lo farà.

Alla fine Debbie, intenerita, accetterà di farli dormire dentro casa, ricordando loro che però, questo non cancella il loro debito.

E ora veniamo all’analisi dei personaggi. Debbie, che nella puntata precedente avevo votato come miglior personaggio su TvTime, è tornata ad essere quello che è stata nelle precedenti quattro stagioni: esagerata. Capisco il fatto che ti debbano dei soldi, capisco che stai cercando di farlo per il bene comune, ma come fai a chiudere fuori di casa tuo fratello che fa ancora le elementari?

Passando a Lip, continuo a trovare la sua storia con Tami molto pesante e senza senso. Tutte le storie che Lip ha avuto prima mi hanno trasmesso qualcosa, che magari era schifo, però era qualcosa. Tami invece come personaggio non mi dà nulla, anche le scene nelle quali il personaggio dovrebbe mostrarsi più umano, come quando si parla della madre, continua a sembrarmi assolutamente piatta.

Frank, checché se ne dica, è sempre Frank. Non posso odiarlo perché è sempre coerente con se stesso e, a dirla tutta, la sua storia con Ingrid non mi dispiace perché mi aiuta a digerire meglio uno show che senza queste piccole scene sarebbe più vuoto.

La storia di Carl e Kelly per questa puntata mi è piaciuta molto e faccio tanto di cappello all’attrice che riusciva a mettere sull’attenti perfino me quando parlava con il padre. Poi, per quanto fosse una storia effettivamente scontata, mi è piaciuto questo approfondimento un po’ più introspettivo sul questo personaggio che prima avevamo visto solo superficialmente.

K&V li ho adorati (quasi) sempre, perché mi piacciono le loro dinamiche come coppia, questo amore tra due personaggi apparentemente molto diversi, ma che nascondono entrambi una natura riflessiva e sensibile. La storia di Santiago mi sta piacendo, sia perché comunque tocca un tema importantissimo con la leggerezza tipica di Shameless, ma comunque con serietà, sia perché Santiago mi fa molta tenerezza come personaggio. Ho adorato le sue scene con Liam e il fatto che, riuscendo a comunicare nella sua lingua, si sia dimostrato un ragazzo brillante. Inutile dire che ho adorato anche Liam (sebbene non ho ancora capito dove fosse durante tutta la scorsa puntata), specialmente la scena finale con Fiona, che ho trovato di una dolcezza micidiale.

E, sempre alla fine, parliamo di nuovo di Fiona. Io mi chiedo se la vodka non se la siano bevuta gli autori prima di scrivere la sua storyline di questa stagione, perché altrimenti non si spiega. Non si spiega come, a meno di dieci puntate dall’uscita di scena del suo personaggio, non ci sia assolutamente nessun segno non tanto di una redenzione, quanto più di una presa di consapevolezza dell’aver toccato davvero il fondo. Ogni puntata che passa, più ci avviciniamo al finale di stagione e all’addio ad Emmy e a Fiona, più mi chiedo se davvero potrà andare avanti la serie senza di lei e, soprattutto, che fine ha fatto la mia famiglia disfunzionale preferita (quella delle prime stagioni però).

E voi, siete d’accordo con me? Che ne avete pensato della puntata? Siete curiosi di sapre cosa accadrà nella prossima?
Fatecelo sapere con un commento!

A prestissimo,

-Alice

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su

Facebook (Sara Scrive’sblog)

Facebook page (ScriveSquad)

Twitter (Scrive_Squad)

Instagram (Scrive_Squad)

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi restare aggiornato sul mondo dello spettacolo, recensioni, news, interviste e altro ancora non dimenticare di seguirci su:
Condividi su
Avatar
About Alice 18 Articles
Alice, 17 anni. Serie tv dipendente e topo da biblioteca. Solitamente mi faccio riconoscere perché mi dispero ad alta voce per le mie (tante) OTP non canon. Nel tempo libero mi dispero perché la mia gatta mangia troppo e frequento il quarto anno del liceo scientifico.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.